• Seminario con GM Wim Bos in Lombardia
    • Nova Milanese (MB)
    • 31 ottobre 2015

    Un pomeriggio di Taekwon-Do di eccellenza, per un allenamento con Gran Master Bos aperto a III Dan e superiori, organizzato dai Maestri Sergio Sergi e Paolo D'Amico.
    Tra i presenti alcuni veterani come Master Giovanni Cecconato, Master Orlando Saccomanno e Maestro Sergio Sergi, che si sono uniti ai più giovani da Lombardia e Veneto per un seminario tecnico di 3 ore abbondanti.
    Nel riscaldamento, dinamico e coinvolgente, si è lavorato molto sulle basi degli elementi da fornire ai propri allievi che puntano all'agonismo, in modo da uniformare la linea d'insegnamento con un occhio di riguardo verso l'evoluzione del combattimento agonistico.
    L'esperienza e il carisma del nostro Direttore Tecnico Nazionale si manifesta tanto nella parte iniziale di ripasso delle forme da Chon-Ji a Choong-Moo, quanto nella parte successiva dove, nell'approfondire le forme più alte, riesce a lavorare simultaneamente e attentamente sui diversi gruppi divisi per gradi.
    Il nostro GM distribuisce consigli in quantità e di qualità, non manca qualche momento da dedicare ad aneddoti personali e storia del Taekwon-Do, fino ad argomenti attuali. I presenti hanno beneficiato dell'occasione per poter apprendere il più possibile consapevoli che il tempo non sembra mai abbastanza quando si fa ciò che ci piace al fianco di chi ha dedicato così tanto tempo e passione ad un arte marziale che ha cambiato le nostre vite.
    Eccellente l'accoglienza riservata a GM Bos nella mattinata dai Maestri Sergi, Pettinato e Sozzi che, conoscendo la sua passione per l'automobilismo, lo hanno accompagnato al Ferrari Store di Milano dove ha avuto il piacere di vedere da vicino alcune auto F1 e di guidare in un circuito di gara, anche se solo simulato di fronte ad uno spettacolare schermo 3D, appassionandosi come sempre al brivido della "rossa" per eccellenza.
    E' sempre un piacere poter indossare il Dobok, condividere le nostre passioni e sudare con impegno.

  • Europeo 2015: Italia 3° Classificata nel Medagliere con 7 Ori, 6 Argenti e 9 Bronzi, Record Superato
    • Motherwell-Glasgow (Scozia)
    • 22 ottobre 2015 - 25 ottobre 2015

    Il Ravenscgraig Sport Center di Motherwell, la prestigiosa struttura sportiva nella quale si sono svolti i Giochi del Commowealth nel 2014, ha ospitato il successo del 30° Campionato Europeo Senior e 21° Junior organizzato dal gruppo ITF Scotland sotto la direzione del M° John McIlvaney e della Sig.ra Gillian McIlvaney.
    La cerimonia d'apertura, accompagnata dalle cornamuse e dal discorso del Presidente ITF Gran Master Pablo Trajtenberg, breve ma intensa, con il taglio del nastro da parte di un bambino praticante diversamente abile, è stata un preambolo degno della manifestazione del meglio che il Taekwon-Do Europeo offre nel così breve lasso di tempo trascorso dal Mondiale di Jesolo. Presenti moltissimi tra Gran Master e Master tra cui spiccano il Presidente ITF GM Pablo Trajtenberg, il Presidente AETF Tadeuz Loboda, i membri del CD ITF ed AETF, tra cui il Presidente FITAE ITF Master Carmine Caiazzo ed il nostro Direttore Tecnico Nazionale, e ITF Director, Gran Master Willem Jacob Bos.
    Presente anche il Consigliere Federale M° Gianluca Amato che ha partecipato con il Presidente Caiazzo al Congresso della AETF svoltosi venerdì 23 ottobre.
    I 52 Arbitri internazionali hanno permesso il regolare svolgimento e la puntualità delle gare. Anche in questo gruppo la FITAE-ITF ha portato il suo prezioso contributo con l'esperienza di Master Stefano Minotti, Responsabile del Settore Arbitrale FITAE ITF, Master Luca Maragoni collaboratore del Settore, M° Alessandro Boscari e M°Enrico Berton.
    Le 23 nazioni con i 520 atleti partecipanti hanno animato la gara che incornicia un risultato straordinario per il nostro Taekwon-Do. La Nazionale Italiana infatti conquista il terzo posto nel medagliere complessivo con 7 Medaglie d'ORO, 6 d'ARGENTO e 9 di BRONZO, il migliore assoluto nella storia della FITAE-ITF ed indice indiscusso della nostra crescita.
    Un piazzamento superlativo superato solo dai due colossi europei, la Polonia e di misura dalla Norvegia che, per differenza di un solo argento ci ha scalzato dalla seconda postazione.
    I risultati completi sono visionabili al link http://euro2015.pztkd.lublin.pl/index.php.
    Presentiamo con orgoglio e soddisfazione una panoramica dei risultati della nostra nazionale Azzurra il cui grande balzo in avanti rispetto all'Europeo precedente comincia nella giornata di giovedì grazie alle MEDAGLIE D'ORO di Silvia Farigu nelle forme 4°-6° dan, di Timothy Bos nelle forme 3°dan juniores,di Massimo Persia ed Edoardo Di Profio nel Combattimento Tradizionale seniores, di Clara Galli nelle forme 1° dan juniores, della squadra femminile juniores (Galli, Mori, Holzner, Pinton A., Pinton G., Loi) nelle forme a squadre juniores, a quelle d'ARGENTO di Barbara Santucci nelle forme 4°-6°dan seniores, della squadra femminile seniores (Riccio, Farigu, Santucci, Meacci, Dominici, Cabras) nelle forme a squadre, di Clara Galli e Luca Pecchia nel combattimento tradizionale juniores, di Christian Cestra nelle tecniche speciali juniores, e a quelle di BRONZO di Isabel Battan nelle forme 2°dan juniores,di Andrea Bonfante nelle forme 3° dan seniores, della squadra maschile seniores (Persia, Oliva, Giacobbe, Ciccarelli,Tataru) nelle forme a squadre.
    Degna di nota la finale delle gara di forme 4°-6° dan dove le due atlete di punta, Silvia Farigu (campionessa mondiale 2015) e Barbara Santucci (bronzo al Mondiale 2015) si sono scontrate facendo brillare così il podio d'oro e d'argento, attirando l'attenzione di tutti con la loro performance straordinaria e confermando il livello tecnico di eccezione che ci contraddistingue.
    Spettacolari come sempre le coreografie e l'esecuzione del combattimento tradizionale seniores di Massimo Persia ed Edoardo di Profio che, dopo l'argento al Mondiale 2015, battono la coppia ungherese ed ottengono il meritato titolo europeo.
    Timothy Bos, già Campione Mondiale 2015 e due volte Campione Europeo 2013 e 2014 forme 2°dan, riconferma la supremazia nelle forme juniores, questa volta con il titolo Europeo nella gara per 3°dan.
    Eccezionale la prestazione della squadra femminile juniores che, a conferma del lavoro e dell'impegno, raggiunge l'oro e porta a 5 il numero delle medaglie d'oro nella prima giornata di gara.
    Convincente la partecipazione e la grinta di Christian Cestra che vola nelle tre tecniche speciali juniores e vince la sua prima medaglia d'argento in ambito internazionale.
    Anche Isabel Battan, bronzo forme 2° dan juniores all'ultimo Mondiale, riconferma la sua preparazione e la costanza dei risultati con il nuovo bronzo europeo 2015.
    Nei giorni seguenti assistiamo al ritorno di Silvia Farigu che, dopo un periodo di assenza dalle gare di combattimento a causa di un grave infortunio, conquista l'ORO anche nel combattimento individuale seniores -50 kg con una finale entusiasmante dal risultato netto a dimostrazione che la perseveranza e lo spirito indomito portano a traguardi eccezionali.
    Sempre nella categoria seniores femminile -50 kg, Alessandra Meacci si afferma con determinazione e sicurezza perdendo solo in semifinale e conquistando così il suo podio europeo con un meritato BRONZO.
    Di tutto rilievo la prestazione di Davide Messineo, Campione Mondiale 2013, che ritorna prepotentemente alla ribalta, anche lui dopo un infortunio e conseguente recupero fisico, e vince uno strabiliante ORO nel combattimento maschile individuale senior -85 kg. Costruisce con concentrazione e tattica la sua scalata alla finale e si prende il suo meritato titolo di Campione Europeo vincendo contro un forte e determinato atleta scozzese.
    Timothy Bos, Vicecampione Mondiale 2015, vince l'ARGENTO nel combattimento individuale juniores -62 kg riconfermando la sua condizione di forma e lo stesso piazzamento nell'Europeo 2014.
    Tiziano Trimboli, campione europeo in carica, arriva in finale con il solito coraggio e tecnica. Perde di poco e ottiene l'ARGENTO nel combattimento individuale seniores -57 kg. Nella stessa categoria, sale sul podio anche Andrea Bonfante con un prezioso BRONZO.
    Medaglia di BRONZO anche per Giuseppe Girtelli che in semifinale nel combattimento individuale juniores -75 kg incontra il fortissimo tedesco AlAmin Rmadani, campione mondiale in carica.
    Preziose anche le due medaglie di BRONZO conquistate dalla junior Anna Pinton che afferma la sua versatilità in tutte le specialità e,dopo essersi affermata con le forme a squadre, si piazza al terzo posto sia nella gara di combattimento individuale junior -60 kg che di potenza individuale.
    La squadra femminile juniores (A. Pinton, Mori, Battan, Holzner) porta nel medagliere un'altra medaglia di BRONZO nella gara di potenza a squadre e chiude così una competizione europea per noi di assoluto livello.
    Il nostro fiore all'occhiello è sicuramente la Maestra Silvia Farigu che, con i due titoli Europei in Forme e combattimento, sbaraglia tutte le sue avversarie e si aggiudica il trofeo come migliore atleta seniores del Campionato. Grande gioia e soddisfazione per i risultati della nostra piccola ma grandissima atleta sarda che con orgoglio porta in sé tutte le caratteristiche della sua terra.
    Un successo di questo tipo può solo scaturire da un eccellente lavoro di squadra. Per questo rivolgiamo un ringraziamento particolare al DT GM Wim Bos e ai nostri allenatori, M° Leandro Iagher, Master Ciro Cammarota, Master Orlando Saccomanno, Master Fabio Iovane e M° Adriana Riccio, che tanto hanno contribuito e lavorato per il raggiungimento di questi risultati eccellenti, a tutti i Maestri dei singoli componenti della squadra nazionale che hanno seguito e contribuito fattivamente al lavoro di preparazione, agli Arbitri, al fisioterapista Dott. Luca Santarelli che ha sempre seguito gli Azzurri in ogni ritiro, al M° Mario De Lucia che ha assistito i coaches, ai supporters presenti in Scozia per sostenere i nostri atleti , a tutti i membri FITAE-ITF che hanno seguito e si sono appassionati ai risultati degli Azzurri attraverso le pagine social e ai famigliari che con amore, passione e sacrificio sostengono i nostri atleti e i nostri tecnici.
    Complimenti a tutti i componenti della squadra, anche a coloro che non hanno conseguito medaglie ma che si sono impegnati al massimo ed hanno sostenuto i compagni in tutte le fasi di gara con un tifo caloroso e sincero. Sappiamo che l'impegno paga sempre e che il successo arriverà per coloro che continueranno a lavorare con costanza e serietà.
    "Passione, Fedeltà, Fiducia".
    Questo messaggio chiudeva l'ultimo ritiro e la meravigliosa esperienza in Scozia è la riprova di quanto crediamo in queste semplici parole.
    SCARICA QUI I RISULTATI DETTAGLIATI DEGLI AZZURRI

  • Ritiro Squadre Nazionali Seniores e Juniores
    • Riccione (RN)
    • 11 settembre 2015 - 13 settembre 2015

    Il comune di Riccione ospita nuovamente il ritiro, ultimo appuntamento per la squadra Nazionale prima del Campionato Europeo 2015 in Scozia, primo evento della nuova stagione che segue i successi estivi ma soprattutto accompagnato dall'onda lunga delle emozioni e sensazioni positive del Mondiale di Jesolo.
    A traghettare la squadra in questo passaggio dalla storia già scritta verso le aspettative del futuro i Responsabili della squadra Maestro Iagher,Master Cammarota, Master Iovane, Master Saccomanno e Maestro Riccio, sempre generosi di consigli e disponibili per dare tutti gli strumenti di lavoro affinchè la squadra possa trovare lo stato di forma ideale fisico e mentale per affrontare la gara.
    Presente come sempre a tutti i ritiri e gare internazionali, il fisioterapista della nostra squadra nazionale, il Dott. Luca Santarelli, che si è preso cura degli atleti relativamente alle problematiche scheletrico-muscolari che a volte si presentano e che puntualmente risolve con disponibilità completa ed esperienza professionale.
    L'indiscutibile competenza ed esperienza di questo staff , impreziosito dal risultato del recente Mondiale, che riporta il miglior medagliere di sempre ad un mondiale per la nostra squadra, è un vantaggio per questa generazione di atleti che possono rapportarsi non solo a delle persone di grande levatura morale ma anche a coloro che nel loro tempo da agonisti hanno saputo lasciare l'impronta e il loro nome scolpito a lettere d'ORO nella storia.
    La fiducia che i coaches hanno già espresso selezionando questa formazione viene ricompensata dall'impegno e partecipazione dai ragazzi. L'allenamento, suddiviso dal venerdì pomeriggio e negli appuntamenti del sabato e anche la domenica mattina, attraverso le varie fasi , sempre precedute da un energico riscaldamento, è stato mirato alle rifiniture dedicate alle singole specialità. Ecco dunque che nelle differenti aree attrezzate con tatami per gli agonisti da sparring e specialisti di forme e macchinari per le tecniche speciali e potenza, ognuno ha potuto confrontarsi e mettersi alla prova, dando la migliore delle risposte alla chiamata. Questi ragazzi sono qui, insieme, e rappresentano tutti noi. Affinchè dagli sforzi e dai sacrifici di pochi ne venga un beneficio per tutti, affinchè dai risultati che auguriamo a tutti loro si riconosca la bontà e l'efficacia dell'allenamento e il valore del TAEKWON-DO che portiamo nel cuore tutti.
    Ultima considerazione, parlando dei sentimenti che nascono spontanei in questi appuntamenti, è da notare la coesione del gruppo. Ne è segno la massiccia partecipazione alla gara di kart tenuta sabato sera nel classico momento ricreativo del gruppo. In questa edizione si registra la prima vittoria in rosa, sul gradino più alto del podio infatti sale Francesca Festuccia avendo la meglio su quasi 30 partecipanti e a seguire Tiziano Trimboli, terzo posto per Andrea Daffini. Tutta la squadra presente, inclusi coloro che hanno preferito non partecipare attivamente alla gara, non perde occasione per fare gruppo, per fare squadra, vince su tutto la voglia di stare insieme che parte dalla passione condivisa, il motivo per cui questi ragazzi si riuniscono, l'orgoglio che ci rappresenta tutti.
    Non è giusto ne' semplice riassumere tutto questo con poche parole ma se dovessimo allora le parole più indicate sarebbero Passione-Fedeltà-Fiducia. E valgono ORO.

  • 1 Oro, 1 Argento e 2 Bronzi per gli Azzurri Fitae-Korean Kickboxing all'Europeo Junior Wako 2015
    • San Sebastian (Spagna)
    • 25 agosto 2015 - 30 agosto 2015

    Decisamente notevole il contributo che gli atleti FITAE-KOREAN KICKBOXING hanno apportato al medagliere della FIKBMS in occasione del Campionato Europeo per Juniores e Cadetti svoltosi a San Sebastian (Spagna) dal 25 a 30 Agosto scorso.
    In una grande competizione alla quale hanno partecipato 36 paesi europei con 1341 atleti che si sono cimentati in tutte le discipline della kickboxing (points fighting, light contact, kick light, musical forms, full contact, low kick and K1), i nostri Azzurri hanno dimostrato nuovamente che l'impegno e la serietà ripagano sempre.
    I nostri atleti Timothy Bos, Matilde Mori, Lucia Holzner e Isabel Battan, arrivati al collegiale dopo aver raggiunto i massimi punteggi nel ranking per campionati regionali, nazionali e open internazionali, sono stati selezionati in 1a squadra nazionale FIKBMS e, guidati sui tatami del Campionato Europeo dai coaches FIKBMS del Light Contact Manuel Nordio e Sandro Milani, hanno riportato i seguenti risultati:

    • Timothy Bos - ORO LIGHT CONTACT JUNIORES -69 KG - CAMPIONE EUROPEO 2015
    • Matilde Mori - ARGENTO LIGHT CONTACT CADETTI +65 KG
    • Lucia Holzner - BRONZO LIGHT CONTACT JUNIORES -60 KG
    • Isabel Battan - BRONZO LIGHT CONTACT JUNIORES -60 KG
    Gli incontri per le categorie Juniores consistono in 3 round x 2 minuti mentre per le categorie Cadetti in 2 round x 2 minuti.
    La categoria di T. Bos, con 19 atleti iscritti, era nuova per l'atleta che normalmente si cimenta nella -63 kg e che, essendo al limite di peso, aveva voglia di fare una nuova esperienza. L'atleta, allenato a Roma dal M° Leandro Iagher, nell'agosto 2014 aveva conseguito a Rimini il titolo di Campione Mondiale Juniores WAKO LC -63 kg ed ora aggiunge il titolo Europeo nel suo palmarès.
    Incontra dapprima un atleta austriaco che elimina con netto 3-0, poi un russo molto potente nelle tecniche di braccia ma che neutralizza agevolmente, vincendo per 3-0, tenendolo a distanza con tattica adeguata e tecniche di calcio. In semifinale ha faticato con un fortissimo sloveno che si allena nel team Barada ma, con molta determinazione e lucidità, ha ottenuto il verdetto di 2-1 ed ha avuto accesso alla finale nella quale ha combattuto con l'inglese Saby Mann. Con i coaches è stata preparata la tattica adeguata e l'incontro è stato giocato 'in sicurezza' senza correre rischi ma portando tecniche che hanno assicurato punti chiaramente visibili come due calci a martello inequivocabili, alcuni pugni a bersaglio ed i sempre efficaci calci laterali ad altezza media. Netto il risultato finale (3-0) che lo ha decretato Campione Europeo 2015. Il Presidente FIKBMS, M° Donato Milano, e tutti i dirigenti presenti si sono complimentati con il nostro atleta ed hanno auspicato futuri successi.
    In questa sede vorremmo menzionare e ringraziare il M° Tomaz Barada che, presente alla manifestazione come coach della squadra slovena per il light contact e il kick light, è stato sempre presente ai combattimenti di T. Bos ed ha attivamente contribuito al suo successo con consigli tecnici e tattici.
    La giovanissima Matilde Mori, allenata a Piombino dal M° Daniele Bernardeschi, era, come le altre due nostre atlete, per la prima volta in nazionale FIKBMS. In gara nella categoria cadetti +65 kg, ha affrontato con grande successo la sua prima avversaria, un'atleta russa di statura molto superiore. Infatti, senza farsi intimidire, mette a segno diversi pugni in volo e calci al viso grazie alla sua notevole scioltezza articolare ottenendo un deciso 3-0. In finale però l'emozione gioca il suo ruolo e, dopo aver chiuso il primo round per 3-0, perde la lucidità e capitola ottenendo però un pur eccezionale titolo di Vicecampionessa Europea 2015.
    Isabel Battan, allenata a Padova dal M° Andrea Canteri, supera con grande determinazione e tecnica il primo incontro vincendo 3-0. Incontra poi un'atleta turca che si distingue per il comportamento scorretto e, purtroppo a causa di un clamoroso errore arbitrale, la nostra atleta accumula un numero eccessivo di ammonizioni e viene squalificata. Grande la delusione ed il risentimento dell'atleta e dei coaches che vedevano la nostra Battan decisamente in gioco per la finale per il conseguimento di una medaglia più prestigiosa. Ottiene un pur prestigioso bronzo ma con l'amaro in bocca per un'occasione persa.
    Lucia Holzner, proveniente come la Mori dalla scuola di Piombino del M° Daniele Bernardeschi, vince nettamente il primo incontro, con tecnica e tattica impeccabile. Anche per lei poi l'emozione di un tatami così prestigioso gioca un ruolo notevole e non rende come dovrebbe nell'incontro con la fortissima atleta slovena Urska Gazvoda, allieva diretta del M° Tomaz Barada, classificatasi al 3 posto con la nostra Battan sul podio del Mondiale ITF di Jesolo 2015 e vicecampionessa mondiale Wako 2014. La Holzner non riesce a trovare la chiave dell'incontro e va sul podio al 3°posto a pari merito con la compagna di squadra Battan.
    Nel complesso dunque una grandissima prestazione degli azzurri FITAE-KOREAN KICKBOXING che portano in alto il nostro Taekwon-Do e gratificano Maestri, D.T., Tecnici e Dirigenti per tutti gli sforzi e l'impegno profuso nel tempo.
    Importante e sicuramente costruttiva per i ragazzi questa esperienza internazionale sia in ambito sportivo che umano. E' sempre positivo infatti l'incontro e lo scambio culturale con ragazzi di altri paesi e culture diverse.
    Ad onor del vero, dobbiamo dire che la trasferta è stata particolarmente faticosa per atleti e tecnici poiché, a causa di una mancanza di efficienza da parte dell'organizzatore locale, la numerosissima delegazione italiana ha alloggiato a Pamplona a ca. 90 km di distanza da San Sebastian sede del Campionato. Inoltre, a causa di una tardiva decisione della data di gara, non è stato possibile il trasferimento aereo e tutta la delegazione ha viaggiato in pullman dall'Italia per 24 ore, o più a seconda della provenienza.
    Con piacere abbiamo riscontrato la presenza di noti Maestri e atleti appartenenti alla nostra ITF che sono saliti sia sui podi del Light Contact che delle altre discipline. Abbiamo già menzionato il M° Tomaz Barada che ha portato a segno numerosi titoli con il suo team inclusa la già menzionata Urska Gazvoda, poi il M° Oleg Solovey che porta sul podio più alto l'ucraino Danylo Demchyshyn e va a medaglia con altri atleti della sua scuola, il tedesco Rmdan Al Amin (Campione del Mondo ITF 2014 - 69kg) eliminato dallo sloveno che poi incontrerà T. Bos in semifinale, il tedesco Anis Triqui che vince un argento e molti altri che frequentano i nostri circuiti internazionali.
    Una grande occasione dunque per esperienze fruttuose anche nelle prossime competizioni internazionali ITF.
    Ringraziamo i Dirigenti FIKBMS ed i tecnici Nordio e Milan che hanno accolto e guidato con professionalità ed affetto i nostri azzurri e ci auguriamo una sempre più proficua collaborazione.

  • Selezione, Ritiro Nazionale e Summer Camp
    • Avezzano (AQ)
    • 24 luglio 2015 - 26 luglio 2015

    L'ultimo ritiro prima della pausa estiva si è svolto ad Avezzano (AQ) presso la prestigiosa e funzionale struttura del Pala Winner Team, grazie alla collaborazione con il Maestro Massimo Persia, Capitano della Squadra Nazionale. L'aria fresca abruzzese e le montagne hanno accolto gli atleti che venivano da tutte le parti di Italia tormentate dal gran caldo degli ultimi giorni. Nel centro sportivo dove si è formato un grande campione come il M° Persia, sotto la direzione tecnica del M° Alessandro Cavidossi che è anche il responsabile Nazionale del Settore Difesa Personale FITAE-ITF, si è svolto l'appuntamento aperto da cintura rossa superiore in poi per selezionare la Squadra Nazionale che parteciperà al Campionato Europeo 2015 che si terrà a Motherwell-Glasgow in Scozia dal 22 al 25 ottobre.
    Gli oltre 70 iscritti, a poco più di due mesi dalla conclusione del Mondiale a Jesolo, si sono impegnati senza risparmiarsi nelle varie fasi di allenamento e selezione sotto la guida del team di Coaches, guidati dal responsabile Maestro Leandro Iagher e con la supervisione del Direttore Tecnico Nazionale Gran Master Bos. Presente come sempre il fisioterapista Dott. Luca Santarelli sempre pronto e disponibile ad intervenire con massaggi , fasciature e taping se e quando necessario.
    Con piacere Master Fabrizio Contini,il M° Pasquale Moscato e il M° Alessandro Cavidossi si sono uniti agli allenamenti mentre altri hanno comunque partecipato ed accompagnato i propri atleti come i Maestri Rinaldi e Bernardeschi.
    All'arrivo il venerdì sera si è tenuta una riunione per visionare i filmati del recente mondiale, partendo dalle analisi post gara come spunto per valutare i passi futuri, per scambiare considerazioni tra coaches e atleti, con il proposito di lavorare tanto sull'aspetto fisico quanto emotivo. L'importanza del legame tra compagni di squadra, l'amalgama e lo spirito di unione raggiunto dalla formazione attuale sono un risultato positivo del lavoro e della crescita comune ed ha lo stesso peso del legame di fiducia tra atleti e coaches. In sostanza lavorare insieme per migliorarsi sostenendosi gli uni con gli altri.
    Il mattino seguente è iniziato il lavoro nell'ampia palestra a disposizione, che è stata suddivisa in modo da poter alternare le fasi di allenamento in una porzione separata dalla parte in cui si sono svolte le vere e proprie selezioni.
    Abbiamo assistito a scontri serrati, sia per la categoria forme che combattimenti, per i vari candidati divisi per gruppo di età e per categoria. Si è lavorato quindi sulla parte tradizionale con gli specialisti di forme e il sabato pomeriggio sul combattimento agonistico, sulle tecniche speciali e sulla potenza.
    Da sottolineare la preziosa presenza del Master Stefano Minotti, responsabile Nazionale del Settore Arbitrale, che si è messo a disposizione arbitrando al centro tutti gli scambi di combattimento e di forme dando anche il suo parere e punto di vista 'dalla parte di chi giudica'.
    La domenica allenamento tutti insieme e in chiusura la nomina dei ragazzi, che hanno convinto la commissione della loro determinazione e della bontà del loro allenamento, la cui lista sarà pubblicata a breve.
    Naturalmente non tutti i presenti sono stati selezionati ma questo siamo certi che servirà da stimolo e da punto di partenza per un nuovo percorso da affrontare nella propria sede e con il proprio Maestro per il raggiungimento di un livello migliore e ripresentarsi per la prossima selezione.
    I partecipanti al Summer Camp hanno avuto la straordinaria opportunità di allenarsi a fianco dei nostri campioni, di vedere le loro abilità da vicino e di capire quale sia la strada per essere un vero agonista. Essere poi sul tatami con GM Bos e gli allenatori nazionali al completo non capita tutti i giorni e sicuramente conserveranno il ricordo delle tante ore in azione presso il Pala Winner Team.
    A fine allenamento si è svolta la raccolta fondi per l'iniziativa del M° Philip Lear 'Le tandem Trek' per la ricerca e cura del cancro. Gli Azzurri e i partecipanti al camp hanno aderito creando un fondo di 425,00 Euro da donare all'Istituto di ricerca Gustave Roussy, un'eccellenza in campo europeo.
    (CLICCA PER DONARE: https://collecte.gustaveroussy.fr/philip.lear).
    Tecnici, atleti ed accompagnatori hanno apprezzato il momento di incontro e di confronto, l'atmosfera piacevole del gruppo, la buona cucina dell'Hotel Olimpia di Avezzano, la piscina e il panorama del Monte Velino proprio di fonte all'hotel.
    Il lavoro è tanto più soddisfacente quanto più è condiviso con persone che provano la stessa passione, e l'atteggiamento di questi ragazzi rispecchia il motto del Maestro Leandro 'Lavoro e sacrifici'. Il cammino e la preparazione per l'Europeo è breve (tre mesi scarsi) ma ognuno è tornato a casa con le idee ben chiare sul lavoro da svolgere e la strategia da seguire per arrivare pronto al prossimo ritiro dall'11al 13 Settembre a Riccione.
    E saranno proprio il lavoro e i sacrifici che ripagheranno con grande soddisfazione. Auguriamo a tutti gli Azzurri di poter esprimere al meglio il proprio valore per se stessi, per gli allenatori e per il Tricolore.