• Auguri di Buona Pasqua
    • 26 marzo 2016

    Il Presidente FITAE-ITF, Master Carmine Caiazzo, e il Consiglio Direttivo augurano a tutti una Felice e Serena Pasqua.

  • 50 anni di International Taekwon-Do Federation: 22/03/1996 - 22/03/2016
    • Roma
    • 22 marzo 2016

    Ripercorriamo con piacere i nostri primi 50 anni di storia scanditi da entusiasmo, difficoltà, passione e dedizione da parte di tutti i praticanti, dalle cinture più basse ai gradi maggiori che tanto hanno contribuito alla diffusione della nostra Arte.
    Il 22 marzo 1966, il Generale Choi Hong Hi, fonda ufficialmente la International Taekwon-Do Federation, allora unica federazione mondiale, con associazioni diffuse in Vietnam, Malaysia, Stati Uniti d'America, Germania Orientale, Turchia, Italia, Egitto e Corea.
    In realtà nel 1955 il Taekwon-Do viene formalmente riconosciuto in Corea come Arte Marziale. La commissione coreana, composta da importanti politici, militari, imprenditori, studiosi e rappresentanti di altre arti marziali coreane, approvò ufficialmente il termine TAEKWON-DO proposto dal Gen. Choi Hong Hi.
    Di conseguenza il 11 aprile 1955 viene ricordato come la data ufficiale di nascita del Taekwon-Do come Arte Marziale.
    Nel 1959 la nostra Arte iniziò ad essere diffusa al di fuori della Corea. Il Generale e nove delle sue migliori cinture nere iniziarono un tour in Oriente raccogliendo successi ed entusiasmo grazie alle spettacolari dimostrazioni ed all'efficacia delle tecniche.
    In quel periodo il fondatore Choi Hong Hi assume due cariche fondamentali: viene nominato Presidente della neo costituita Associazione Coreana di Taekwon-Do e vice comandante di armata a Tae-Gu. Nel 1965 l'Ambasciatore Choi, in pensione come generale a due stelle, viene incaricato dal governo della Repubblica di Corea di condurre una missione in diversi paesi: Germania Ovest, Italia, Turchia, Repubblica Araba, Malaysia e Singapore. Questo viaggio diventò di importanza fondamentale in quanto l'Ambasciatore, per la prima volta nella storia coreana, dichiarò e diffuse il Taekwon-Do come arte marziale ufficiale della Corea.
    Questa fu la base, non solo per la creazione di Associazioni di Taekwon-Do in questi paesi, ma anche per la formazione della International Taekwon-Do Federation come è conosciuta oggi.
    In Italia il Taekwon-Do entrò nel 1965 con i fratelli Park Sun Jae (Presidente FITA recentemente scomparso), Park Youngh Ghil, e Park Chun Ung e presentato ufficialmente con una dimostrazione a Roma nel 1965, presenziata dal Fondatore del Taekwon-Do, il Generale Choi Hong Hi.
    Il primo centro di Taekwon-Do in Italia nacque a Roma, in via Cesare Rasponi, diretto dal più grande dei fratelli, Park Sun Jae, a cui seguirono il Budo Club a Napoli diretto dal Maestro Park Youngh Ghil, la palestra "Elefante" di Pozzuoli diretta dall'Istr. Giorgio De Maio, allievo diretto del M° Park Youngh Ghil e quindi con la direzione tecnica di quest'ultimo e infine il Centro Taekwon-do Bologna, diretto dall'ultimo dei fratelli, Park Chun Ung. Il quinto centro in Italia fu il Centro Taekwon-do Terracina(LT) con Istr. Giorgio De Maio e direzione tecnica del M° Park Youngh Ghil., oggi ASD ASI Pal. M. Caiazzo Centro TKD Terracina.
    Il Taekwon-Do ITF iniziò così a muovere i primi passi in Italia in continua concorrenza con l'allora ben più famoso Karate.
    A metà anni '70, tra il 1975 e 1977 nacque la WTF (World Taekwon-Do Federation) con interpretazioni tecniche e agonistiche molto diverse dallo stile originale codificato dal Fondatore, il Generale Choi Hong Hi. Gran parte dei maestri ed istruttori praticanti il Taekwon-Do ITF passarono con la WTF. E' innegabile che ciò assestò un duro colpo alla ITF e anche i fratelli Park, rappresentanti allora del TKD ITF in Italia, aderirono alla WTF, e con loro tutti Maestri e Istruttori praticanti sul territorio Nazionale aderenti all'allora vecchia F.I.T.K.D.
    Un gruppo di maestri scontenti di questo passaggio iniziarono a staccarsi dalla federazione che rappresentava la WTF in Italia, che in quegli anni divenne la F.I.TA.KE.D.A. (Federazione Italiana Taekwon-do Karate e Discipline Associate), essi volevano portare avanti ciò che inizialmente era stato loro insegnato secondo lo stile del Taekwon-Do ITF originario, e soprattutto desideravano continuare a promuoverlo e svilupparlo in Italia dissociandosi dagli altri e diventando, si può dire, i pionieri dell'attuale ASD FITAE-ITF.
    Nel Sud Italia lasciarono la WTF i Maestri Giorgio De Maio, Giuseppe Cacciapuoti e Silvio Guardascione che crearono la FITE, a Roma nel Centro Italia il Maestro Nicola Sambrotta e l'Avvocato Maurizio Massatani che crearono l'ANIT, in Sardegna il Maestro Gianni Sarritzu con l'Associazione Sarda TKD ITF e infine nel Nord Est Italia il Maestro B. Podraschi l'Associazione Veneta TKD ITF. Non si può non riconoscere a quei maestri e istruttori che lasciarono una federazione consolidata, che rappresentava la WTF in Italia, un grande coraggio; infatti, senza quella innegabile audacia che li spinse ad una scelta storica, il Taekwon-Do ITF in Italia non si sarebbe mai sviluppato.
    L'ufficializzazione della nascita della allora F.I.Tae si concretizza nel 1983 a Mestre in uno dei centri storici del Taekwon-Do ITF in Italia, il centro diretto dal Maestro Ferruccio Sartor. Dal 1984 si associò alla F.I.Tae. definitivamente uno dei pionieri storici, Alfredo Caiazzo, Presidente della ASD Palestra M. Caiazzo TKD Terracina.
    Si può sicuramente affermare che la fine degli anni '80 segnò la vera crescita della F.I.Tae con l'instancabile opera di promozione dell'Avv. Massatani che fece sì che si unissero in questo progetto figure di grandissimo valore come i Maestri Stefano Favero di Padova, Paolo Giannerini di Cecina e Sergio Sergi di Milano. Questi maestri hanno segnato sicuramente la crescita e lo sviluppo del Taekwon-Do ITF nelle regioni di appartenenza tanto che ancora oggi, grazie al loro operato, esistono realtà e maestri emergenti sia nel panorama nazionale che internazionale.
    Entrò nel consiglio direttivo in quegli anni Tiziana Mimmocchi, che prese le redini della segreteria generale e affiancò il Presidente Massatani, prendendo a cuore le sorti della neonata F.I.Tae contribuendo a dare un forte impulso alla crescita dell'organizzazione.
    Nell'Agosto 1986, durante uno storico corso internazionale istruttori a Vienna, presso la sede della ITF, il Presidente Maurizio Massatani, entrò in contatto con il M° Wim Bos, poco più che trentenne e già famoso in tutto il mondo per la sua bravura e quella della squadra Olandese, con il recente titolo di Campione del Mondo ai Campionati del Mondo di Glasgow.
    La necessità di dare una svolta alla giovanissima F.I.Tae, fece sì che il Presidente Massatani e il capitano del team azzurro Carmine Caiazzo allacciassero i contatti per proporre e concretizzare una fattiva collaborazione tra la F.I.Tae. e il migliore coach del mondo del momento, il M° Wim Bos.
    Eccezionale l'impegno dell'Avvocato Massatani che trovò l'appoggio giusto per sponsorizzare il nuovo Coach, e pertanto non possiamo tra queste poche righe non citare la figura del dott. Claudio Barbaro, allora amico del presidente e segretario del vecchio EPS Fiamma, attualmente presidente dell'ASI (Alleanza Sportiva Italiana ), che appoggiò e consentì di trovare i fondi per sostenere questa iniziativa.
    Così nel Settembre 1986 si svolse il primo storico raduno Nazionale agonisti F.I.Tae con il coach Olandese Wim Bos. Vi parteciparono tutti gli agonisti aspiranti a far parte del team azzurro. Wim Bos rese onore alla fama che lo precedeva, visionò gli atleti ed accettò di essere il coach del Team Azzurro. Sotto la guida di questo tecnico moderno ed esigente iniziò la svolta agonistica e tecnica della F.I.Tae ed iniziò un percorso fatto di sudore, sacrifici e voglia di emergere.
    Nel ritornare a quei tempi, alla fine di circa 9 mesi di estenuante preparazione si determinò la Nazionale che partecipò ai Campionati del Mondo di Atene Maggio 1987, dove si ottenne uno storico risultato con solo 5 atleti partecipanti.
    Possiamo definire tale risultato un capolavoro dell'allora Coach, oggi GM Bos, che, con un pugno di atleti, riscrisse la geografia del medagliere del Taekwon-Do ITF nel Mondo con i seguenti risultati:

    • Oro - Carmine Caiazzo Combattimento -80 kg
    • Argento - Antonio Maragoni Combattimento -70 Kg
    • Argento - Stefano Favero Forme III e IV Dan
    • Bronzo - Fabio Caiazzo Combattimento +80 kg
    Queste sono le nostre origini ed i nostri primi passi.
    Per saperne di più:
    http://www.fitaeitf.com/fitaeitf-storia.php
    http://www.tkd-itf.org/about-us/about-itf-taekwon-do/our-history/

  • Terzo Livello SNaQ Coni Conseguito dai Maestri Amato e Ambrosino: Obiettivo Raggiunto
    • Roma
    • 12 marzo 2016

    Il 12 Marzo u.s. i Maestri Gianluca Amato e Vincenzo Ambrosino, dopo aver seguito il corso specifico e dissertato le proprie tesi presso la Scuola dello Sport CONI di Roma, hanno conseguito con successo il prestigioso diploma di terzo livello SNaQ, certificazione riconosciuta anche in ambito europeo.
    Quest'anno la FIKBMS, avendo conseguito la qualifica di Disciplina Associata riconosciuta dal CONI (DSA), ha avuto la possibilità di indire il primo corso federale per l'assegnazione delle qualifiche di terzo livello SNaQ (Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi). Il corso si è svolto, a partire dallo scorso Novembre 2015, con quattro moduli di tre giorni ciascuno, presso la Scuola dello Sport di Roma.
    Dei 62 iscritti al corso, solo 20 hanno avuto la possibilità di presentare e discutere la propria tesi il 12 marzo con esame per il conseguimento del diploma. Gli altri iscritti discuteranno i propri progetti alla convention federale il prossimo giugno.
    Siamo orgogliosi del fatto che i nostri due tecnici FITAE-ITF sono stati fra i 20 ammessi alla discussione del proprio progetto ed hanno brillantemente superato l'esame alla presenza dei docenti e del Presidente FIKBMS Donato Milano. Tra i lavori discussi, i più interessanti e validi saranno ripresentati come progetto attuabile alla convention.
    Il M° Amato ha presentato il lavoro "Gestione Tecnico-Tattica dell'Atleta Agonista di Alto Livello", mentre il M° Ambrosino "Analisi dell’Allenamento in tre parole: Training Analysis Tafuro”. Per entrambi il relatore è stato il M° Alessandro Milan, controrelatori i Proff. Michele Surian e Luca Martorelli.
    Come detto più volte, l'impegno paga sempre e questo è uno dei casi in cui la serietà, l'impegno, l'applicazione e la determinazione hanno determinato la strada per il successo.
    Complimenti ai due Maestri che per primi in FITAE-ITF hanno conseguito questo importante obiettivo con l'augurio che siano di esempio per altri nel futuro a breve termine.

  • Premiate le Atlete del Body Line Lab Piombino
    • Campi Bisenzio (FI)
    • 07 marzo 2016

    Ancora premiazioni per gli atleti del Body Line Lab, settore Taekwon-Do e Kickboxing.
    Lucia Holzner e Matilde Mori sono salite nuovamente sul podio, questa volta non ad una competizione ma alla premiazione degli sportivi alla XVIII edizione del “Pegaso per lo sport 2016”. La premiazione si è tenuta, lunedì sette marzo, nella Main Hall di Spazio Reale a Campi Bisenzio. L’evento è stato organizzato dalla Regione Toscana, con la partecipazione del comitato regionale del C.O.N.I e dell’Ussi (gruppo toscano giornalisti sportivi). Oltre all’atleta dell’anno sono stati premiati anche gli atleti toscani, più di 200, che hanno ottenuto ottimi risultati sportivi in ambito nazionale e internazionale, e che si sono distinti per etica e fair-play. Gli atleti sono stati segnalati dalle varie Federazioni sportive e dal Cip (Comitato italiano paraolimpico). La cerimonia di apertura ha avuto inizio con uno spettacolo del settore giovanile della Federazione Pugilistica Italiana. Il Gruppo dell’Ussi ha presentato gli ospiti e gli atleti premiati. Durante la cerimonia è stato consegnato il “Premio speciale Pegaso per lo sportivo 2016” alla Fiorentina della stagione 55/56 che ha vinto il primo scudetto dei calciatori viola.
    Le due portacolori piombinesi sono state premiate per i risultati sportivi che hanno conseguito al Campionato Europeo di Kickboxing che si è tenuto, dal 22 al 30 agosto 2015, a San Sebastian (Spagna). Un evento, firmato Wako (World Association of Kickboxing Organizations), dove Lucia Holzner, cintura nera II dan, - 60 kg, ha conquistato la medaglia di bronzo nel Light Contact, mentre Matilde Mori, cintura nera II Dan + 65 kg, ha conquistato la medaglia d’argento sempre nel Light Contact. Grande entusiasmo e soddisfazione anche per i Maestri Daniele Bernardeschi, Roberto D’Andrea, Raffaele Della Vecchia e Monica Ghizzani che seguono ed allenano le due atlete.

  • Corso Nazionale Arbitri
    • Piombino (LI)
    • 04 marzo 2016 - 05 marzo 2016

    Venerdì 4 e Sabato 5 Marzo, presso la storica Palestra Body Line di Piombino, grazie alla preziosa collaborazione dei Maestri Bernardeschi, D’Andrea, Della Vecchia e Ghizzani, si è svolto il Corso Nazionale Arbitri 2016, istituito con decisione del Consiglio Direttivo in via del tutto eccezionale, come il prossimo del 2 e 3 Aprile p.v. in Sardegna, per venire incontro alle esigenze organizzative del prossimo Campionato Nazionale FITAE-ITF 2016.
    I partecipanti hanno avuto modo di approfondire, durante le sessioni teoriche/pratiche, il Regolamento Arbitrale, facendo particolare attenzione agli ultimi emendamenti in materia.
    I candidati al ruolo di Ufficiale di Gara, in due distinte aree di gara, in una formula oramai collaudata e che negli ultimi anni ha dato ottimi frutti, hanno praticato ed affinato le tecniche d’arbitraggio per la migliore gestione di tutte e cinque le discipline che contraddistinguono le nostre manifestazioni sportive.
    Durante la mattinata del sabato abbiamo avuto il piacere e l’onore di ospitare poi uno dei personaggi di spicco della nostra organizzazione, il Maestro Paolo Giannerini, uno dei Padri Fondatori della FITAE-ITF e che ci ha onorato della sua presenza anche durante la pausa pranzo.
    Verso le 16:30 del sabato i corsisti affrontavano l’oramai consueto test d’esame finale per concludere ufficialmente il corso verso le 17:30 come da programma.
    La Commissione Arbitrale FITAE-ITF ringrazia tutti partecipanti per l’interesse e l’attenzione dimostrata durante l’intero corso e dà a tutti i promossi l’appuntamento per Maggio al Campionato Nazionale FITAE-ITF 2016.

    Master Stefano MINOTTI
    Responsabile Settore Arbitrale FITAE-ITF