• Anxur Battle 2016
    • Fondi (LT)
    • 10 aprile 2016

    Si è svolto a Fondi (LT) il 10 Aprile scorso, presso il Palavirtus, il torneo Internazionale Open Taekwon-Do ITF “Anxur Battle”.
    Oltre 300 atleti in gara provenienti da 25 società da ogni parte d’Italia, dalla Polonia con il gruppo capitanato dal coach nazionale Lukasz Stawarz e da Adam Alenowicz, dal Libano con gli atleti di Master Gaby Abousleiman, e dalla Palestina con la squadra del M° Mohammad Abu Rmeileh.
    Il torneo aperto a cinture colorate e nere è stato riservato alle specialità di forme e combattimento ed a carattere sia individuale che a squadre. La mattinata è stata dedicata alle divisioni dei bambini, sino a speranze e cadetti mentre il pomeriggio a juniores e seniores. Alto il livello tecnico ed agonistico espresso da tutti i partecipanti, che ovviamente ha raggiunto il suo clou nel pomeriggio con le categorie cinture nere junior e senior e con la partecipazione dei componenti del team azzurro.
    La gara è stata presenziata dal nostro Direttore Tecnico GM Wim Bos.
    Le punte di diamante del team azzurro hanno dato letteralmente dato spettacolo: la nostra formidabile pluiricampionessa Mondiale ed Europea Silvia Farigu, Christian Oriolani, Simone Oliva, Giuseppe Girtelli, Daniele Bufalieri , Florin Tataru, Tiziano Trimboli, Naas Ali, Christian Cestra. Notevoli anche le prestazioni di Flavia Verona, Cristian Ceci, Mattia Fornaro, Giuseppe Falcone, Matteo Coppola ed altri.
    Riportiamo la classifica nel me
    dagliere delle prime 8 società classificate:

    • 1° TEAM RINALDI GUIDONIA (Roma), il primo posto nella classifica del medagliere per società è stato conquistato dal forte club del Maestro Fabio Rinaldi che si aggiudica il premio di un week end in hotel a 4 stelle per due persone a Terracina
    • 2° TEAM DOLNY SLASZK (Polonia) solo per un piccolo scarto di punti la fortissima delegazione polacca di Lukasz Stawarz
    • 3° CREWFIGHTERS (Napoli) di Master Ciro Cammarota e M° Mario De Lucia
    • 4° MMA (Avezzano AQ) di Master Alessandro Cavidossi e M° Massimo Persia
    • 5° FOUR KICKS (Arezzo) dei Maestri David Capolongo ed Emanuele Manno
    • 6° EXTREME FIGHTERS (Roma) di Master Stefano Minotti e M° Iagher
    • 7° KRONOS (Terracina LT) di Master Fabio Iovane
    • 8° PALESTRA M. CAIAZZO (Terracina LT) di Master Carmine Caiazzo
    Un doveroso, immenso ringraziamento va agli arbitri che, magistralmente diretti da Master Luca Maragoni, componente della Commissione Nazionale arbitri e segretario generale Fitae-Itf ASD, hanno svolto un lavoro fantastico ed impeccabile.
    Riconoscenza e ringraziamenti a tutti i componenti dello staff operativo per l’eccezionale lavoro svolto, Palmieri P, Cucciolillo l., G.Varroni, Asia, Manola Castaldi, D’onofrio U., M. Carretti, Giulio Fusco, Alovisi, al comitato tecnico guidato dall’Istr. Marco Fusco , Laura De Simone e Michela Castaldi, al M° Stefano De Angelis della Fita ed al Sig.Giosuè Cappiello per la collaborazione creata con la dirigenza del PalaVirtus di Fondi.
    Si ringraziano gli sponsors e i partners tecnici tra cui la TopTen Italia, rappresentata nella gara dal M° Gianluca Amato, ad ACQUA DOLOMIA che ha fornito acqua per la gara, ad Angelo PO di Davide Antuoni ed al “Gruppo Carnevale” dei F.lli Alessio e Moreno Carnevale che hanno curato la parte pubblicitaria dell’evento, Art Line cornici, al responsabile del centro commerciale d’abbigliamento "La Famiglia”, al LIONS Club di Terracina, ed all’Ente di Promozione ASI e allo staff medico con i dottori Rosario Cestra ed Adriano Benedetti.
    Un ultimo grande e sincero ringraziamento a tutti i partecipanti, tecnici, istruttori, maestri, masters, familiari e supporters che, con Lisa Reale, Alessandro De Parolis, Marco Fusco, Emanuela, Michela Castaldi e mia moglie Catia Savarese, hanno fatto della manifestazione un vero successo.
    A tutti arrivederci al prossimo anno.

  • Corso Arbitri Nazionale
    • Cagliari
    • 02 aprile 2016 - 03 aprile 2016

    Prosegue a ritmo sostenuto l’avvicinamento al 33° Campionato Nazionale FITAE-ITF e parallelamente anche i Corsi Arbitrali per preparare le equipe arbitrali che vi parteciperanno.
    Ed è proprio l’obiettivo primario dello svolgimento dei tanti appuntamenti dedicati alla classe arbitrale organizzati dalla nostra Commissione Nazionale.
    Anche la tappa sarda, caratterizzata in primis dalla splendida accoglienza e dal ben noto calore del popolo sardo, ha conclamato, nelle due giornate di sabato 2 e domenica 3 Aprile, la giustezza della formula che ha dato sempre più spazio alla pratica sul campo dei futuri arbitri, questo grazie anche all’aiuto di atleti che si sono cimentati nelle varie discipline e che hanno dato così modo ai partecipanti di provare fattivamente le difficoltà del giudizio.
    Come è oramai consuetudine, domenica verso le 16:30, presso il centro Be Fit del Maestro Raimondo Mamusa che ringraziamo per la gentile collaborazione, con la massima concentrazione i partecipanti hanno affrontato il test d’esame finale.
    Un ringraziamento ai promotori dell’appuntamento in terra sarda, specialmente a Master Contini, che ci ha ospitato preso il suo centro sportivo di Sarroch sabato pomeriggio, al Maestro Raimondo Mamusa, come già detto, ottimo padrone di casa nella giornata di domenica, al Maestro Dino Denei, impeccabile coordinatore dalla squisita gentilezza, ai Maestri Congia e Palmas sempre presenti e, ovviamente, a tutti i partecipanti.
    Il M° Dino Denei ha così commentato:

    In una famiglia è doveroso e naturale aiutarsi, in modo del tutto disinteressato.
    Spesso nelle nostre palestre si utilizza il termine "famiglia" o "gruppo" perché probabilmente si percepisce fortemente una condizione che ci accomuna e ci coinvolge.
    E' sicuramente più difficile provare le stesse emozioni e coinvolgimenti verso le altre palestre tuttavia, quando accade, il senso di appartenenza ad un gruppo è forte nella stessa misura e il coinvolgimento va oltre ogni interesse personale.
    Perdono importanza il tempo dedicato agli altri, il tempo sottratto ai propri affetti, i sacrifici sostenuti per imparare, le spese economiche sostenute, esiste solo il fine ultimo, "dare" tempo, impegno, nozioni, con il solo fine di crescere in nome di quel senso del dovere che un'arte marziale ci insegna dal primo giorno in cui calchiamo un tatami.
    Questo è ciò che è successo sabato 2 e domenica 3 aprile, durante il Corso Nazionale Arbitri, al quale hanno partecipato praticanti di diversi centri sportivi che, sotto la guida di tre grandi professionisti del settore, i Master Minotti eMaragoni edilM° Cendron, si sono sentiti un unico gruppo e parte di quella famiglia che è la FITAE-ITF.
    Siamo certi che anche la Sardegna darà quest’anno il suo contributo per rendere il nostro Campionato Nazionale sempre più stimolante e gratificante per tutti coloro i quali vi parteciperanno.
    A breve, e comunque solo dopo l’ultimo appuntamento di Padova previsto per il 23 e 24 aprile p.v, verranno comunicati i nominativi dei candidati arbitri per il prossimo Campionato Italiano 2016 in programma per il 21 maggio 2016 presso il Pala Flaminio di Rimini.

  • Auguri di Buona Pasqua
    • 26 marzo 2016

    Il Presidente FITAE-ITF, Master Carmine Caiazzo, e il Consiglio Direttivo augurano a tutti una Felice e Serena Pasqua.

  • 50 anni di International Taekwon-Do Federation: 22/03/1996 - 22/03/2016
    • Roma
    • 22 marzo 2016

    Ripercorriamo con piacere i nostri primi 50 anni di storia scanditi da entusiasmo, difficoltà, passione e dedizione da parte di tutti i praticanti, dalle cinture più basse ai gradi maggiori che tanto hanno contribuito alla diffusione della nostra Arte.
    Il 22 marzo 1966, il Generale Choi Hong Hi, fonda ufficialmente la International Taekwon-Do Federation, allora unica federazione mondiale, con associazioni diffuse in Vietnam, Malaysia, Stati Uniti d'America, Germania Orientale, Turchia, Italia, Egitto e Corea.
    In realtà nel 1955 il Taekwon-Do viene formalmente riconosciuto in Corea come Arte Marziale. La commissione coreana, composta da importanti politici, militari, imprenditori, studiosi e rappresentanti di altre arti marziali coreane, approvò ufficialmente il termine TAEKWON-DO proposto dal Gen. Choi Hong Hi.
    Di conseguenza il 11 aprile 1955 viene ricordato come la data ufficiale di nascita del Taekwon-Do come Arte Marziale.
    Nel 1959 la nostra Arte iniziò ad essere diffusa al di fuori della Corea. Il Generale e nove delle sue migliori cinture nere iniziarono un tour in Oriente raccogliendo successi ed entusiasmo grazie alle spettacolari dimostrazioni ed all'efficacia delle tecniche.
    In quel periodo il fondatore Choi Hong Hi assume due cariche fondamentali: viene nominato Presidente della neo costituita Associazione Coreana di Taekwon-Do e vice comandante di armata a Tae-Gu. Nel 1965 l'Ambasciatore Choi, in pensione come generale a due stelle, viene incaricato dal governo della Repubblica di Corea di condurre una missione in diversi paesi: Germania Ovest, Italia, Turchia, Repubblica Araba, Malaysia e Singapore. Questo viaggio diventò di importanza fondamentale in quanto l'Ambasciatore, per la prima volta nella storia coreana, dichiarò e diffuse il Taekwon-Do come arte marziale ufficiale della Corea.
    Questa fu la base, non solo per la creazione di Associazioni di Taekwon-Do in questi paesi, ma anche per la formazione della International Taekwon-Do Federation come è conosciuta oggi.
    In Italia il Taekwon-Do entrò nel 1965 con i fratelli Park Sun Jae (Presidente FITA recentemente scomparso), Park Youngh Ghil, e Park Chun Ung e presentato ufficialmente con una dimostrazione a Roma nel 1965, presenziata dal Fondatore del Taekwon-Do, il Generale Choi Hong Hi.
    Il primo centro di Taekwon-Do in Italia nacque a Roma, in via Cesare Rasponi, diretto dal più grande dei fratelli, Park Sun Jae, a cui seguirono il Budo Club a Napoli diretto dal Maestro Park Youngh Ghil, la palestra "Elefante" di Pozzuoli diretta dall'Istr. Giorgio De Maio, allievo diretto del M° Park Youngh Ghil e quindi con la direzione tecnica di quest'ultimo e infine il Centro Taekwon-do Bologna, diretto dall'ultimo dei fratelli, Park Chun Ung. Il quinto centro in Italia fu il Centro Taekwon-do Terracina(LT) con Istr. Giorgio De Maio e direzione tecnica del M° Park Youngh Ghil., oggi ASD ASI Pal. M. Caiazzo Centro TKD Terracina.
    Il Taekwon-Do ITF iniziò così a muovere i primi passi in Italia in continua concorrenza con l'allora ben più famoso Karate.
    A metà anni '70, tra il 1975 e 1977 nacque la WTF (World Taekwon-Do Federation) con interpretazioni tecniche e agonistiche molto diverse dallo stile originale codificato dal Fondatore, il Generale Choi Hong Hi. Gran parte dei maestri ed istruttori praticanti il Taekwon-Do ITF passarono con la WTF. E' innegabile che ciò assestò un duro colpo alla ITF e anche i fratelli Park, rappresentanti allora del TKD ITF in Italia, aderirono alla WTF, e con loro tutti Maestri e Istruttori praticanti sul territorio Nazionale aderenti all'allora vecchia F.I.T.K.D.
    Un gruppo di maestri scontenti di questo passaggio iniziarono a staccarsi dalla federazione che rappresentava la WTF in Italia, che in quegli anni divenne la F.I.TA.KE.D.A. (Federazione Italiana Taekwon-do Karate e Discipline Associate), essi volevano portare avanti ciò che inizialmente era stato loro insegnato secondo lo stile del Taekwon-Do ITF originario, e soprattutto desideravano continuare a promuoverlo e svilupparlo in Italia dissociandosi dagli altri e diventando, si può dire, i pionieri dell'attuale ASD FITAE-ITF.
    Nel Sud Italia lasciarono la WTF i Maestri Giorgio De Maio, Giuseppe Cacciapuoti e Silvio Guardascione che crearono la FITE, a Roma nel Centro Italia il Maestro Nicola Sambrotta e l'Avvocato Maurizio Massatani che crearono l'ANIT, in Sardegna il Maestro Gianni Sarritzu con l'Associazione Sarda TKD ITF e infine nel Nord Est Italia il Maestro B. Podraschi l'Associazione Veneta TKD ITF. Non si può non riconoscere a quei maestri e istruttori che lasciarono una federazione consolidata, che rappresentava la WTF in Italia, un grande coraggio; infatti, senza quella innegabile audacia che li spinse ad una scelta storica, il Taekwon-Do ITF in Italia non si sarebbe mai sviluppato.
    L'ufficializzazione della nascita della allora F.I.Tae si concretizza nel 1983 a Mestre in uno dei centri storici del Taekwon-Do ITF in Italia, il centro diretto dal Maestro Ferruccio Sartor. Dal 1984 si associò alla F.I.Tae. definitivamente uno dei pionieri storici, Alfredo Caiazzo, Presidente della ASD Palestra M. Caiazzo TKD Terracina.
    Si può sicuramente affermare che la fine degli anni '80 segnò la vera crescita della F.I.Tae con l'instancabile opera di promozione dell'Avv. Massatani che fece sì che si unissero in questo progetto figure di grandissimo valore come i Maestri Stefano Favero di Padova, Paolo Giannerini di Cecina e Sergio Sergi di Milano. Questi maestri hanno segnato sicuramente la crescita e lo sviluppo del Taekwon-Do ITF nelle regioni di appartenenza tanto che ancora oggi, grazie al loro operato, esistono realtà e maestri emergenti sia nel panorama nazionale che internazionale.
    Entrò nel consiglio direttivo in quegli anni Tiziana Mimmocchi, che prese le redini della segreteria generale e affiancò il Presidente Massatani, prendendo a cuore le sorti della neonata F.I.Tae contribuendo a dare un forte impulso alla crescita dell'organizzazione.
    Nell'Agosto 1986, durante uno storico corso internazionale istruttori a Vienna, presso la sede della ITF, il Presidente Maurizio Massatani, entrò in contatto con il M° Wim Bos, poco più che trentenne e già famoso in tutto il mondo per la sua bravura e quella della squadra Olandese, con il recente titolo di Campione del Mondo ai Campionati del Mondo di Glasgow.
    La necessità di dare una svolta alla giovanissima F.I.Tae, fece sì che il Presidente Massatani e il capitano del team azzurro Carmine Caiazzo allacciassero i contatti per proporre e concretizzare una fattiva collaborazione tra la F.I.Tae. e il migliore coach del mondo del momento, il M° Wim Bos.
    Eccezionale l'impegno dell'Avvocato Massatani che trovò l'appoggio giusto per sponsorizzare il nuovo Coach, e pertanto non possiamo tra queste poche righe non citare la figura del dott. Claudio Barbaro, allora amico del presidente e segretario del vecchio EPS Fiamma, attualmente presidente dell'ASI (Alleanza Sportiva Italiana ), che appoggiò e consentì di trovare i fondi per sostenere questa iniziativa.
    Così nel Settembre 1986 si svolse il primo storico raduno Nazionale agonisti F.I.Tae con il coach Olandese Wim Bos. Vi parteciparono tutti gli agonisti aspiranti a far parte del team azzurro. Wim Bos rese onore alla fama che lo precedeva, visionò gli atleti ed accettò di essere il coach del Team Azzurro. Sotto la guida di questo tecnico moderno ed esigente iniziò la svolta agonistica e tecnica della F.I.Tae ed iniziò un percorso fatto di sudore, sacrifici e voglia di emergere.
    Nel ritornare a quei tempi, alla fine di circa 9 mesi di estenuante preparazione si determinò la Nazionale che partecipò ai Campionati del Mondo di Atene Maggio 1987, dove si ottenne uno storico risultato con solo 5 atleti partecipanti.
    Possiamo definire tale risultato un capolavoro dell'allora Coach, oggi GM Bos, che, con un pugno di atleti, riscrisse la geografia del medagliere del Taekwon-Do ITF nel Mondo con i seguenti risultati:

    • Oro - Carmine Caiazzo Combattimento -80 kg
    • Argento - Antonio Maragoni Combattimento -70 Kg
    • Argento - Stefano Favero Forme III e IV Dan
    • Bronzo - Fabio Caiazzo Combattimento +80 kg
    Queste sono le nostre origini ed i nostri primi passi.
    Per saperne di più:
    http://www.fitaeitf.com/fitaeitf-storia.php
    http://www.tkd-itf.org/about-us/about-itf-taekwon-do/our-history/

  • Terzo Livello SNaQ Coni Conseguito dai Maestri Amato e Ambrosino: Obiettivo Raggiunto
    • Roma
    • 12 marzo 2016

    Il 12 Marzo u.s. i Maestri Gianluca Amato e Vincenzo Ambrosino, dopo aver seguito il corso specifico e dissertato le proprie tesi presso la Scuola dello Sport CONI di Roma, hanno conseguito con successo il prestigioso diploma di terzo livello SNaQ, certificazione riconosciuta anche in ambito europeo.
    Quest'anno la FIKBMS, avendo conseguito la qualifica di Disciplina Associata riconosciuta dal CONI (DSA), ha avuto la possibilità di indire il primo corso federale per l'assegnazione delle qualifiche di terzo livello SNaQ (Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi). Il corso si è svolto, a partire dallo scorso Novembre 2015, con quattro moduli di tre giorni ciascuno, presso la Scuola dello Sport di Roma.
    Dei 62 iscritti al corso, solo 20 hanno avuto la possibilità di presentare e discutere la propria tesi il 12 marzo con esame per il conseguimento del diploma. Gli altri iscritti discuteranno i propri progetti alla convention federale il prossimo giugno.
    Siamo orgogliosi del fatto che i nostri due tecnici FITAE-ITF sono stati fra i 20 ammessi alla discussione del proprio progetto ed hanno brillantemente superato l'esame alla presenza dei docenti e del Presidente FIKBMS Donato Milano. Tra i lavori discussi, i più interessanti e validi saranno ripresentati come progetto attuabile alla convention.
    Il M° Amato ha presentato il lavoro "Gestione Tecnico-Tattica dell'Atleta Agonista di Alto Livello", mentre il M° Ambrosino "Analisi dell’Allenamento in tre parole: Training Analysis Tafuro”. Per entrambi il relatore è stato il M° Alessandro Milan, controrelatori i Proff. Michele Surian e Luca Martorelli.
    Come detto più volte, l'impegno paga sempre e questo è uno dei casi in cui la serietà, l'impegno, l'applicazione e la determinazione hanno determinato la strada per il successo.
    Complimenti ai due Maestri che per primi in FITAE-ITF hanno conseguito questo importante obiettivo con l'augurio che siano di esempio per altri nel futuro a breve termine.