• Nuove Promozioni in FITAE-ITF: 2 x VII + 2 x VI
    • Nova Milanese (MB) - Terracina (LT)
    • 28 novembre 2015

    Il 28 Novembre 2015, presso la Palestra Comunale a Nova Milanese (MB), si è svolta un'importante sessione di esame presieduta da GM Wim Bos e da GM Lan Ung, mentre solo qualche giorno prima altra sessione presieduta da Master Carmine Caiazzo a Terracina (LT).
    Candidati al passaggio a VII dan, e al prestigioso titolo di Master, i Maestri Alessandro Cavidossi e Sergio Sergi e al VI dan I Maestri Massimo Persia e Mario De Lucia.
    Tutti i candidati hanno avuto la possibilità di dimostrare al meglio le proprie abilità tecniche e l'esperienza acquisita nel corso degli anni attraverso l'esecuzione delle forme e delle loro applicazioni, dei combattimenti a 1 passo e a 2 passi, delle tecniche di difesa personale e tecniche di rottura di tavole. I candidati hanno poi affrontato domande storico-teoriche ed illustrare quale sia stato finora il proprio impegno nella ITF.
    Alla sessione svoltasi a Cassano d'Adda hanno partecipato anche due candidati provenienti dalla Moldova.
    Ancora una volta la FITAE-ITF ha dimostrato sul campo che i propri Maestri e Master sono molto preparati sotto tutti i punti di vista e che l'impegno costante porta sempre i suoi frutti.
    Gli esaminatori hanno espresso il loro apprezzamento per l'ottimo esame dei candidati FITAE-ITF e noi cogliamo l'occasione per porgere le più sincere congratulazioni ai neo promossi a pieno titolo:

    • MASTER Alessandro Cavidossi -VII dan
    • MASTER Sergio Sergi -VII dan
    • MAESTRO Massimo Persia - VI dan
    • MAESTRO Mario De Lucia -VI dan

  • Intervista al Dott. Luca Santarelli, Fisioterapista della Nazionale Italiana FITAE-ITF
    • Roma
    • 17 novembre 2015

    Alla serie di interviste dedicate ad alcuni Campioni e Dirigenti FITAE-ITF, a seguito degli ottimi risultati nel Mondiale 2015, mancava quella dedicata ad un elemento molto importante del team Azzurro, il Fisioterapista Dott. Luca Santarelli che dal 2011 segue i nostri Azzurri durante i ritiri e le manifestazioni internazionali a cui partecipano.

    Incontriamo il Dott. Santarelli presso il suo studio FISIO2 a Ciampino (Roma) che, con la consueta disponibilità, risponde alle nostre domande.

    Dott. Santarelli, cosa l'ha spinta ad intraprendere e poi seguire a questo percorso di collaborazione con il Settore Agonisti FITAE-ITF?
    Il rapporto di amicizia e professionale che mi lega da tanti anni al Maestro Leandro Iagher ha reso possibile questa nuova esperienza con la FITAE-ITF. E' stato lui a farmi conoscere questa realtà ed a chiedermi di iniziare un rapporto di collaborazione.
    Lo sport ha sempre fatto parte del mio percorso professionale, integrandolo e completandolo. E' un mondo esigente che richiede sacrifici fatica e tanto impegno, capace però di regalare un momento, un'emozione, che giustifica tutto. Qualsiasi sia il tuo ruolo nel team, vivi la gara con le emozioni di un bambino.
    Questo mi ha permesso, e mi permette, di vivere nello sport ed ora attivamente con la nazionaleFITAE-ITF.
    Ormai da quattro anni segue i nostri Azzurri in tutti i loro principali impegni. Qual è la sua opinione sulla preparazione degli atleti e quali sono gli infortuni ai quali più spesso vanno incontro?
    La preparazione fisica dei nostri ragazzi è ottima ed i risultati in gara ne sono la prova. In questi anni ho avuto modo di assistere ad una crescita fisica del team, grazie sicuramente all'impegno degli atleti ma anche grazie ad una programmazione sinergica fra lo staff della nazionale e i Maestri personali dei ragazzi. Un atleta preparato è un atleta sano. Se escludiamo gli infortuni accidentali (contusioni, distorsioni, ecc.), comunque statisticamente sovrapponibili alle medie di altri sport, ho notato una certa frequenza di patologie alla spalla, legate all'instabilità articolare.
    Cosa può suggerire per limitare queste problematiche?
    Chiaramente le mie statistiche si fondano su un numero ristretto di atleti ma il consiglio che posso dare è di accompagnare la preparazione fisica e tecnica ad un lavoro muscolare specifico di compensazione.
    La sua simpatia e comunicabilità con i ragazzi della squadra la rende sicuramente una figura di riferimento, cosa pensa di questo gruppo di atleti e come giudica la sua relazione con loro e con gli allenatori?
    Il modo in cui sono stato accolto, sia da un punto di umano che professionale, ha facilitato il mio inserimento e trovare una collocazione è stato facile e naturale. Lo staff tecnico, composto da GM Bos con i Master Cammarota, Iovane, Saccomanno e i Maestri Iagher e Riccio, e' uno dei migliori con cui ho lavorato. Questo può sembrare retorica ma è una cosa che penso veramente e ci tengo a sottolinearlo. Nel corso degli anni la loro coesione e unione di intenti ha creato una delle squadre più forti del mondo e il meglio deve ancora arrivare!
    Secondo la sua esperienza in ambiti sportivi di altro tipo, cosa si potrebbe attuare per migliorare le prestazioni ed il rendimento in gara?
    Bisogna, a mio giudizio, migliorare la misura e la valutazione dell'avversario, sapere esattamente come si comporta in gara, conoscere i suoi atteggiamenti, le sue tecniche preferite, cercare quindi una lettura matematica sulla quale impostare la nostra performance. Questa valutazione permetterebbe un allenamento specifico ed una preparazione "scientifica" degli incontri da affrontare.
    Immaginiamo che consiglierebbe la pratica del Taekwon-Do ai suoi figli, con quale motivazione?
    E' molto semplice: il Taekwon-Do sviluppa rispetto e amore per il proprio corpo, armonia e ritmicità, proiezione nello spazio nel movimento, autocontrollo fisico e mentale.
    Una descrizione che non lascia spazio ad altro!

  • Riunione dei Soci, Elezione Consiglio Direttivo e Corso Formativo per Insegnanti
    • Selvazzano (PD)
    • 13 novembre 2015 - 15 novembre 2015

    Inizia nella serata di venerdì l'appuntamento mirato alla Riunione Annuale dei Soci, alla elezione del nuovo Consiglio Direttivo e al corso di formazione del corpo insegnante FITAE-ITF, a Selvazzano (PD) nell'accogliente Hotel Piroga che, con il suo centro congressi, sale per riunioni e adiacenza al Palazzetto dello Sport ACERON, si è dimostrato un'ottima scelta per lo svolgimento della fitta agenda del fine settimana.
    L'apertura della Riunione Soci con la breve introduzione del Presidente Master Carmine Caiazzo è seguita dal consueto rendiconto delle attività svolte nell'anno sportivo trascorso ed illustrato dal Direttore Tecnico Nazionale GM Wim Bos. A seguire il M° Enrico Berton, responsabile amministrativo, ha illustrato il consuntivo di bilancio per l'anno trascorso e il preventivo per quello futuro. Si è risposto a lungo alle richieste di chiarimenti relative ai nuovi rapporti collaborativi con la FIKBMS e con la FITA-WTF. L'assemblea è infine stata chiamata al voto per il rinnovo del Consiglio Direttivo, il cui mandato quadriennale sarebbe scaduto in primavera ma che, per non spezzare i lavori proprio a metà dell'anno sportivo, è stata anticipata. Gli associati hanno dovuto prima decidere se espandere il numero dei componenti del CD e la votazione ha fissato a 7 detto numero.
    Il nuovo Consiglio Direttivo, a cui vanno i complimenti ed i più sinceri auguri per un quadriennio di intenso lavoro e di successi, risulta dunque così composto:

    Presidente:
    Master Carmine Caiazzo
    Vice Presidente:
    M° Rachele Fogli
    Consiglieri:
    Master Luca Maragoni
    M° Alessandro Boscari
    M° Maria Grazia Nenciati
    M° Gianluca Amato
    Istr. Marco Gigante
    Segretario:
    Master Luca Maragoni
    Nella mattina del sabato, mentre era aperto l'info point della segreteria affiancato a quello dedicato all'approfondimento di questioni inerenti la brandizzazione con lo sponsor TOP TEN o le novità per il settore Korean Kickboxing e gli accordi con FIKBMS, si è tenuto il primo corso vero e proprio. Docente il Dott. Stefano Favero, consolidata conoscenza FITAE-ITF in quanto ex atleta di grande successo e Maestro cardine del Taekwon-Do ITF in Veneto. Dal 1991 si occupa di Corsi di formazione interaziendale e Interventi di consulenza e formazione all’interno delle aziende per marketing e management.
    Il suo intervento è stato rivolto all'ottimizzazione dell'interazione tra insegnante e studente, con approfondimenti sulle metodiche di dialogo e comunicazione per coinvolgere lo studente, sviluppando poi due tavoli di lavoro e team working di approfondimento sugli argomenti: "Incontro individuale con l'allievo" e "Lo stile di comunicazione durante l’allenamento". Attiva la partecipazione dei convenuti che hanno mostrato grande interesse per le tematiche e posto numerose domande a cui il Dott. Favero ha risposto con la professionalità che lo distingue, arricchita peraltro da una conoscenza capillare delle tematiche del Taekwon-Do e del lavoro specifico in palestra.
    Nel pomeriggio la parte più prettamente pratica con un allenamento diretto dal DT Nazionale GM Bos, mirato non solo al condividere le dinamiche del dojang con impegno e passione, la base di tutto ciò che facciamo, ma anche e soprattutto a fornire spunti di lavoro e metodiche di insegnamento.
    In contemporanea il primo incontro informale del nuovo Consiglio Direttivo.
    Nel tardo pomeriggio un momento di aggregazione e piacevole incontro con i soci grazie ad un aperitivo offerto dalla FITAE-ITF ai partecipanti, un social happening molto gradito.
    La domenica mattina si apre con l'intervento del Dott. Michele Surian, maestro di Kickboxing, cintura nera dal 1979 e insegnante professionista dal 1982.
    Professore di Scienze Motorie e Sportive, ha conseguito un Master Universitario in Psicologia dello Sport, tecnico di IV livello europeo CONI, è attualmente uno dei responsabili della Scuola Nazionale di Formazione FIKBMS-WAKO.
    La sua sessione di lavoro si concentra sull’importanza dello sviluppo e dell’allenamento delle abilità mentali nell’atleta per la gestione dello stress e il raggiungimento degli obiettivi.
    Ha sottolineato come le abilità mentali siano fondamentali per usare al meglio le proprie potenzialità: nello sport sono importanti tanto quanto la preparazione tecnico-atletica, la preparazione fisica e l’esperienza.
    Per finire la distribuzione degli attestati di partecipazione ed il momento dei saluti. Il bagaglio di esperienza che i presenti portano a casa non è solo un insieme di nozioni ma qualcosa di più completo, lo stare insieme e la condivisione degli interessi e punti di vista è un piacere e, alla crescita dell'individuo che ne segue, è strettamente legata la crescita della FITAE-ITF .
    Sicuramente un momento di incontro e di scambio che vale la pena di organizzare con maggiore frequenza.

  • Fight Tour - 1a e 2a Tappa
    • Buccinasco (MI) - Villorba (TV)
    • 07 novembre 2015 - 08 novembre 2015

    Inizia con l'appuntamento milanese a Buccinasco, e a seguire a Villorba (TV), la nuova edizione del Fight Tour, l'iniziativa portata avanti dal Settore Agonisti per dare la possibilità a chi pratica di lavorare con i campioni internazionali di maggior successo per sfruttare al meglio, e da vicino, consigli, piccoli segreti e tecniche di allenamento. L'iniziativa, partita nel 2012, è nata da un'idea del M° Adriana Riccio organizzatrice del tour, il cui intero ricavato va a sostegno delle attività della squadra nazionale.
    Dopo campioni del calibro di Katya Solovey e Tomaz Barada, dopo coach della levatura di Master Willy Van De Mortel e Oleg Solovey, oggi la responsabilità di portare l'eccellenza internazionale sui tatami dei nostri centri di insegnamento è tutto Azzurro. Sono infatti i pluridecorati Campioni del Mondo ed Europei, nonché campioni in carica sia nella specialità di Forme che di Combattimento, il M° Silvia Farigu e Timothy Bos, accompagnati dal Responsabile della Squadra Nazionale M° Leandro Iagher e dal M° Adriana Riccio.
    I partecipanti, tra adulti e bambini, si sono spesi senza sosta nell'allenamento iniziato dalla fase di riscaldamento curata dal Maestro Iagher, che poi ha lasciato l'insegnamento ai due giovani campioni che dimostrano, oltre alle eccellenti doti tecniche, anche una capacità di trasmettere in modo divertente e coinvolgente ciò che a loro volta hanno appreso.
    La parte prettamente agonistica è stata affidata a Timothy, mentre Silvia ha curato la parte tradizionale. Ineccepibile e degno di nota soprattutto il lavoro fatto con i più piccoli che hanno goduto a pieno dell'esuberanza dei docenti.
    Positivi i commenti dei partecipanti, dei loro insegnanti e dei genitori che hanno assistito alle sessioni di allenamento. Un ringraziamento particolare va a Master Saccomanno e al M° Cendron che, rispettivamente a Buccinasco e a Villorba, hanno offerto una calorosa ed ineccepibile ospitalità.
    A Villorba abbiamo avuto il piacere e l'onore di annoverare fra i partecipanti dei personaggi di spicco della Kickboxing fra cui il Maestro Manuel Nordio, allenatore nazionale FIKBMS Light Contact, Roberta Cargno e Luna Mendy, atlete della nazionale seniores FIKBMS che a fine Novembre ci rappresenteranno al Campionato Mondiale WAKO a Dublino.
    A suggello di una giornata intensa, ma anche di condivisione di esperienze e di divertimento, non sono mancati spazi da dedicare ai racconti di questi due straordinari atleti, fiore all'occhiello del nostro Taekwon-Do attuale, da cui traspare anche la dimensione umana, la loro semplicità e l'umiltà con cui si mettono a disposizione che li rende esempi da seguire fuori e dentro il tatami.
    Ci piace menzionare, e ringraziare, Master Giovanni Cecconato che ha effettuato una donazione personale per la squadra nazionale. Da ex atleta nazionale, ed attuale preparatore di giovani campioni, capisce a fondo e supporta con passione il lavoro e l'impegno dei nostri agonisti di punta e delle loro famiglie.
    Il lavoro della squadra nazionale ed il percorso intrapreso dai coaches ha prodotto risultati che oggi sono impersonati dai giovani docenti di questo Fight Tour, tanto che il nostro Taekwon-Do si afferma sul piano internazionale, raccoglie complimenti da parte di tecnici di varie nazionalità, ed è il risultato del più semplice e radicato metodo di lavoro: impegno costante.
    Il Fight Tour 2015-16 continuerà con la 3a tappa in Toscana il 12 Dicembre 2015 e a seguire, a Febbraio, le altre due date in Campania ed in Sardegna, un viaggio per l'Italia con e per i nostri campioni.

  • Seminario con GM Wim Bos in Lombardia
    • Nova Milanese (MB)
    • 31 ottobre 2015

    Un pomeriggio di Taekwon-Do di eccellenza, per un allenamento con Gran Master Bos aperto a III Dan e superiori, organizzato dai Maestri Sergio Sergi e Paolo D'Amico.
    Tra i presenti alcuni veterani come Master Giovanni Cecconato, Master Orlando Saccomanno e Maestro Sergio Sergi, che si sono uniti ai più giovani da Lombardia e Veneto per un seminario tecnico di 3 ore abbondanti.
    Nel riscaldamento, dinamico e coinvolgente, si è lavorato molto sulle basi degli elementi da fornire ai propri allievi che puntano all'agonismo, in modo da uniformare la linea d'insegnamento con un occhio di riguardo verso l'evoluzione del combattimento agonistico.
    L'esperienza e il carisma del nostro Direttore Tecnico Nazionale si manifesta tanto nella parte iniziale di ripasso delle forme da Chon-Ji a Choong-Moo, quanto nella parte successiva dove, nell'approfondire le forme più alte, riesce a lavorare simultaneamente e attentamente sui diversi gruppi divisi per gradi.
    Il nostro GM distribuisce consigli in quantità e di qualità, non manca qualche momento da dedicare ad aneddoti personali e storia del Taekwon-Do, fino ad argomenti attuali. I presenti hanno beneficiato dell'occasione per poter apprendere il più possibile consapevoli che il tempo non sembra mai abbastanza quando si fa ciò che ci piace al fianco di chi ha dedicato così tanto tempo e passione ad un arte marziale che ha cambiato le nostre vite.
    Eccellente l'accoglienza riservata a GM Bos nella mattinata dai Maestri Sergi, Pettinato e Sozzi che, conoscendo la sua passione per l'automobilismo, lo hanno accompagnato al Ferrari Store di Milano dove ha avuto il piacere di vedere da vicino alcune auto F1 e di guidare in un circuito di gara, anche se solo simulato di fronte ad uno spettacolare schermo 3D, appassionandosi come sempre al brivido della "rossa" per eccellenza.
    E' sempre un piacere poter indossare il Dobok, condividere le nostre passioni e sudare con impegno.