• 100° IIC International Instructor Course
    • Aberdeen (Scozia)
    • 13 marzo 2015 - 15 marzo 2015

    In quel lembo mistico di spazio tra il cielo e la terra di Scozia, tra quei castelli che sono impregnati di storia e leggenda, si è svolto il 100° Corso Internazionale Istruttori, una tappa importante nel lungo percorso di crescita della International Taekwon-Do Federation.
    Una tappa importante perchè, in sintonia con questa terra, oggi si è scritta la storia con sudore, lavoro di gruppo, armonia e soprattutto con grandi obiettivi comuni.
    Ogni IIC ha la sua storia dai primi, sotto l'egida del Generale Choi in persona, fino a questo importante traguardo, il Taekwon Do ha continuato ad evolversi pur mantenendo l'impronta datagli dal Fondatore. Questi corsi, mirati ad uniformare il livello degli insegnanti di tutto il mondo, sino ad oggi sono stati condotti dai Gran Master che si sono fatti carico dell'eredità del Generale, Gran Master Hector Marano, Gran Master Wim Bos e Gran Master Pablo Trajtenberg che ha poi lasciato il posto a Gran Master Lan Ung.
    Questo centesimo evento segna l'avvicendamento tra GM Bos e il Master senior Clint Norman,avvicendamento che darà a GM Bos modo di sviluppare il nuovo progetto, che prenderà il via con il primo corso in Olanda il 20-21 Giugno 2015, l'ICC INTERNATIONAL COMPETITION COURSE, il corso pensato per tutti coloro che amano un approccio dinamico all'Arte quali competitori, coaches, istruttori e Maestri di ogni grado.
    Il corso svoltosi nei tre giorni segna 320 partecipanti provenienti da 23 nazioni,un record tra gli IIC che segnano un totale complessivo, negli anni dal 2003 ad oggi di 14.000 partecipanti, una mole di lavoro impressionante, con la presenza di tanti Master VII e VIII Dan. Troppo lungo l' elenco dei presenti ma si va dalle leggende Stephen Tapilatu, Mark Hutton, Stephen Ryan e Julia Cross a campioni attuali come Lylian Doulay e il nostro Massimo Persia. Presente anche una rappresentativa italiana con Master Ernesto Santaniello, i Maestri Luca Maragoni , Sergio Sergi e Alessandro Cavidossi, il capitano della Nazionale Massimo Persia, i Maestri Riccardo Sozzi, Rino Maier e Paolo D'amico e l'Istr. Marco Gigante.
    Ma un IIC non è solo un occasione per imparare ad insegnare è anche e soprattutto un evento di confronto e condivisione,per conoscere di più le persone che compongono questa famiglia allargata, questa famiglia mondiale.
    Capita dunque di venire accolti da Gran Master McCallum,che nella mattina di sabato prima del corso vero e proprio, ha dedicato ai presenti una mezz'ora raccontando porzioni di vita vissuta in presa diretta, fianco a fianco, col Generale Choi. E' stato un onore e un piacere ascoltare dalla sua viva voce queste esperienze dal quale traspaiono i legami profondi di lealtà ed amicizia a cui il Nostro Taekwon Do può portare.
    Il sabato pomeriggio invece, Master Donato Nardizzi ha presentato a chi ancora non lo conoscesse il corso TKD KIDS illustrando la didattica e le finalità del corso,e alcune metodiche di approccio su misura per i più piccoli, mentre si svolgevano gli esami per Master e Master Senior. Promossi a pieni voti al grado di 8° dan Master Wynand Tapilatu, Master Jurek Jedut e Master Hans Beurskens.
    Nella mattina di domenica Master Paul Weiler, Vice Presiddente della ITF, ha illustrato il lavoro fatto per portare il Taekwon Do in quella terra difficile, stravolta da guerre e povertà e malattie, che è la meravigliosa Africa, raccontandoci con un viaggio di fotografie la realtà lontana dagli occhi ma non dal cuore, in particolare la vicenda di Kemal, un ragazzo etiope che ha perso la gamba destra in giovane età ma nonostante questo ha raggiunto la cintura nera e, con il sostegno e gli sforzi profusi dai membri della ITF che hanno potuto contribuire fattivamente, ha ottenuto una protesi in Germania ed aiuto fisioterapico per la sua riabilitazione. Master Weiler si fa portavoce della volontà propositiva del Taekwon Do, del sogno di un uomo di portare pace, di costruire benessere insieme.
    Questo ragazzo invece diventa simbolo della capacità di perseverare con spirito indomito davanti alle difficoltà.
    Per la sera di sabato, gradita da tutti la vestizione del kilt da parte dei locali, dei membri del Comtato Tecnico ITF e del Consiglio Federale. Abbiamo così potuto vedere GM Bos in una inedita versione scozzese con tanto di spadino infilato nel calzettone e accessori al gran completo.
    E così il sabato sera banchetto di gala all'Aberdeen Stadium, un tempio del calcio che diventa per un giorno il nostro posto nel mondo, un'occasione per vestire il kilt e condividere con goliardia una serata aperta dal messaggio del Presidente Trajtenberg, e continuata al suono di cornamusa, pasteggiando con haggis, danzando e recitando poemi come veri guerrieri di Scozia.
    Dopo l'ultimo allenamento di domenica e la foto di gruppo, presentazione della immensa torta per celebrare il 100° IIC e l'anniversario dei 60 di Taekwon-Do. Apprezzamento da parte di tutti e foto a non finire.
    Non ci sono molte altre parole per descrivere cosa può dare il Taekwon-Do, perchè non sono molte le cose di cui abbiamo bisogno tutti, un posto per stare insieme, un posto per stare bene e poche regole: lealtà verso le nostre radici, amicizia verso i nostro rami e tanta cura di ogni singola foglia.
    Spirito indomito, perseveranza, cortesia, integrità e autocontrollo.
    Visiona QUI alcune foto

  • 1° Roma Open di Taekwon-Do e Kickboxing
    • Roma
    • 22 febbraio 2015

    (ENGLISH VERSION at the bottom)
    Magnifico.
    Un detto italiano recita così "Tutte le strade portano a Roma" e la via delle tecniche di calcio e pugno in volo non poteva non omaggiare la città eterna con questa kermesse, prima edizione di un open che segna l'inizio di una nuova stagione del Nostro Taekwon-do Capitolino.
    Prende vita l'evento organizzato e voluto dallo staff Extreme Fighters, composto dai Maestri Leandro Iagher, Stefano Minotti, Paolo Gentile, da Sandro Oliviero "Pannok" e Tiziana Mimmocchi, con la collaborazione del M° Francesco Picchi, per la gestione informatica, e naturalmente l'instancabile e inesauribile guida di Gran Master Wim Bos.
    Incorniciato dal Palazzetto dello Sport FLAMINIO nel cuore della città, dà il benvenuto a partecipanti e ospiti una scenografia ricca e a tema con i quadrati marcati dai numeri romani, il logo creato per l'evento dall'istruttrice Simona Manganaro richiamante la lupa e i gemelli Romolo e Remo e un imponente striscione di 30 mt di lunghezza x 2 di altezza col logo FITAE ITF e immagini evocative dell'eccellenza del Taekwon Do Italiano. E così il Palazzetto per un giorno diventa arena per gladiatori, con arbitri che vestono il ruolo di Summa Rudis secondo l'antica nomenclatura usata nei combattimenti fra gladiatori, medaglie, coppe, elmi da centurioni e il Gladio, la spada che contraddistingue i gladiatori.
    Una gara che registra 352 partecipanti da 42 clubs provenienti da Ungheria, Spagna, Slovenia, Ucraina, Francia, Inghilterra, Olanda e Italia. Trentasei gli arbitri presenti ed operanti sui cinque quadrati di gara, di cui una nutrita schiera di arbitri internazionali appena rientrati dal recente IUC in Budapest, per officiare le categorie di partecipanti da bambini a seniores in forme e combattimento individuali. Tra i membri del gruppo Arbitri rileviamo alcuni nomi di spicco quali Master Giovanni Cecconato, membro della Commissione Arbitri Internazionale ITF, ed i Maestri Minotti, Maragoni e Cendron, componenti la Commissione Arbitrale Nazionale.
    Lo svolgimento della gara è stato fluido e dinamico, numerose categorie si sono alternate dal primo mattino fino a pomeriggio inoltrato; la novità che dà maggiore importanza a quest'evento è l'introduzione di un innovativo e sperimentale metodo di confronto nelle gare di forme, adottato in questa gara solo per le cinture nere, dove invece del confronto simultaneo tra i due sfidanti, ogni atleta della categoria si esibiva in solitaria. In questo modo si denota naturalmente un impiego di tempo maggiore ma decisamente una possibilità migliore di valutazione più attenta da parte degli arbitri che possono mettere a fuoco le capacità di giudizio concentrandosi su un singolo atleta, una interessante metodica di gara da sviluppare.
    Tutte le gare, sia di forme che di combattimento, sono state condotte facendo disputare gli incontri fino a determinare il terzo classificato evitando così due terzi posti a pari merito.
    Inoltre, all'interno della competizione vera e propria, si è svolta una gara per bambini dai 6 ai 9 anni.
    Nel pomeriggio la manifestazione è stata intervallata da una dimostrazione di Taekwon-Do, iniziata con l'esibizione nel combattimento tradizionale per la prima volta a ritmo di musica, del M° Massimo Persia e del suo allievo Edoardo Di Profio, coinvolgente come sempre destando grande entusiasmo nel pubblico. A seguire una performance di forme a squadra del team Nazionale Femminile Seniores, capitanato dal M° Adriana Riccio con M° Silvia Farigu, M° Barbara Santucci, Sara Dominici e Federica Calderini, in perfetta sincronia e precisione tecnica che ci lasciano ben sperare per il prossimo appuntamento Mondiale, e come gran finale la forma MOON MOO interpretata da M° Massimo Persia.
    A seguire sono stati presentati gli ospiti di prestigio presenti all'evento ai quali è stata consegnata una targa ricordo della manifestazione:
    Master Giamalas Panagiotis 8° Dan TKD ITF e Presidente della Federazione ITF Grecia
    M° Massimo Liberati, Maestro di Kick Boxing 7° Dan, Consigliere Nazionale FIKBMS,Tecnico Federale di Pugliato, Campione Europeo 1985 W.A.K.O. pesi Welter, Campione Mondiale 1986 I.K.L. e W.A.K.O., Campione Mondiale dal 1986 al 2001 W.A.K.O., Campione Mondiale dal 1987 al 1990 P.K.O., Campione Mondiale 1992 I.S.K.A., Campione Mondiale 1993 K.I.C.K., che ringraziamo per la preziosa collaborazione.
    M° Sandro Bassi 4° Dan FIKBMS e Presidente FIKBMS Lazio.
    M° Tiziano Pugliese 3° Dan FIKBMS, allenatore di atleti light contact di livello mondiale presenti alla gara, organizzatore della Manifestazione X3 (gara di incontri light contact a squadre) trasmesso quest'anno su SKY e l'anno scorso su Rai Sport.
    Master Carmine Caiazzo 8° Dan TKD ITF, Presidente FITAE ITF dal 2011, componente del consiglio direttivo della A.E.T.F (All Europe Taekwon-Do Fed), Responsabile Nazionale delle Arti Marziali Asi (Associazioni Sportive Sociali Italiane), Campione del Mondo combattimento -80kg Atene 1987, 4 volte vice-Campione Europeo combattimento -80kg.
    Avv. Maurizio Massatani Socio Fondatore della FITAE ITF, 2° Dan TKD ITF, Presidente FITAE-ITF dal 1983 al 1993, grande e fondamentale promotore del Taekwon-Do ITF in italia, senza di lui probabilmente il nostro gruppo non esisterebbe. Nel 1986 convince l'allora Maestro Wim Bos a diventare coach dell'Italia, un invito accettato e rispettato fino ad ora, chiave di volta dello sviluppo tecnico-organizzativo della FITAE-ITF.
    Dott. Luca Santarelli fisioterapista della Squadra Nazionale Italiana FITAE ITF.
    Dulcis in fundo l'attore e comico romano Enzo Salvi, partecipe in 29 films e numerose trasmissioni televisive nonché appassionato di arti marziali, al quale va un sentito ringraziamento per il supporto caloroso, la presenza e la disponibilità peri numenrosi selfie che gli atleti gli hanno richiesto.
    Indispensabile anche il sostegno degli sponsor NIKKO SPORT, che ha gentilmente fornito le t-shirt per l'evento e le polo create ad hoc per gli arbitri, la Pizzeria 72 ORE Roma e dalla ditta AUTO IN by FERI' spa.
    Dopo la consegna delle targhe è stato rivolto un affettuoso pensiero a tutti i papà e le mamme che non ci sono più e che avrebbero sicuramente apprezzato un evento di questo tipo. In particolare il ricordo va al grandissimo ex Presidente Alfredo Caiazzo, al Sig. Renzo, papà del M° Dino Denei ed al Sig. Armando, papà della SIg.ra Mimmocchi, tutti grandi estimatori e sostenitori del nostro Taekwon-Do.
    Rilevanti e soddisfacenti le uscite previste sui giornali nazionali: La Repubblica pagina sportiva di Martedi 17/2, TrovaRoma inserto de La Repubblica di giovedi 19/2 (importante perchè riporta tutti gli eventi di spicco del week end a Roma), pagina sport de La Repubblica web sabato 21/2, Il Tempo pagina sportiva di venerdi 20/2, il Messaggero pagina spettacolo di lunedi 23/2 grazie all'intervento di Enzo Salvi "er Cipolla".
    I nostri atleti nazionali, così come i rappresentanti di alcune nazioni partecipanti, hanno realizzato l'obiettivo mettendo a segno risultati eccellenti, dimostrando così che la preparazione per il Mondiale sta procedendo per il verso giusto. Rilevante la performance del pluricampione M° Lylian Doulay che ha vinto la gara di forme da IV a VI dan, seguito dal M°Persia e dal M° Bennati.
    La grande coppa in palio per la migliore squadra è stata vinta dal gruppo Extreme Fighters Bos Iagher e così il M° Iagher ha avuto l'onore di salire sul podio, indossare l'elmo romano e sguainare il gladio da vincitore.
    Un ringraziamento a tutti i membri dello staff e a tutti coloro si sono prestati per la realizzazione di questo grande evento a Roma, in particolare agli Istruttori Marco Gigante ed Helena Hanhikangas, arbitri nella manifestazione, che hanno collaborato all'allestimento del palazzetto fino a tardi, alla Sig.ra Arianna Bado e al Sig. Daniel Campagnolo che ci hanno fornito fantastiche foto.
    Il bilancio dell'evento è decisamente positivo e sicuramente segna l'inizio di un lungo percorso, perchè questo è il destino che auguriamo all'evento Romano. E ci auguriamo che, di edizione in edizione, l'entusiasmo e degli organizzatori sia di ispirazione e motore per la continua crescita e diffusione del Taekwon Do FITAE-ITF in Italia.
    Veni, vidi, vici… ci vediamo al 2° ROMA OPEN 2016.

    • SCARICA QUI RISULTATI GARA FORME
    • SCARICA QUI RISULTATI GARA COMBATTIMENTO
    • SCARICA QUI LA CLASSIFICA GENERALE
    • SCARICA QUI LA LISTA DELLE SOCIETA' PARTECIPANTI
    • SCARICA QUI RISULTATI GARA BAMBINI 6-9 ANNI
    • VISIONA QUI LE FOTO

    "All roads lead to Rome" and the art of kicking and punching in the air came to honor the Eternal City at the ROMA OPEN, the first edition of an event that marks the beginning of a new season for Our Taekwon-do in Rome.
    Created and organized by the staff Extreme Fighters, composed of Sabum Leandro Iagher, Stefano Minotti, Paolo Gentile, by Sandro Oliviero "Pannok", Tiziana Mimmocchi, the cooperation of Sabum Francesco Picchi and the tireless and inexhaustible guide of Grand Master Wim Bos.
    The competition took place in the Sports Hall FLAMINIO, in the heart of the city, where the participants were welcomed in a rich set design and theme with squares marked by roman numerals and the logo created for the event from Mrs. Simona Manganaro, recalling the wolf and the twins Romulus and Remo, and a massive banner of 30 meters long x 2 in height with FITAE ITF logo, with evocative images of the excellence of the Italian Taekwon-Do. For one day the Sports Hall has become an arena for gladiators, with referees dressing the role of Summa Rudis, according to the old nomenclature used in fights between gladiators, medals, trophies, helmets from centurions and the Gladio, the sword that distinguishes gladiators.
    352 participants from 42 clubs from Hungary, Spain, Slovenia, Ukraine, France, England, Holland and Italy. Thirty-six referees present and active on five squares, many of them with an international recognition just attended the recent IUC in Budapest, to officiate the categories from youth to seniors in individual pattern and sparring. Among the Umpires some top names such as Master Giovanni Cecconato, member of the ITF International Umpire Comittee, Mr. Masters Minotti, Maragoni and Cendron, members of the Italian Umpire Committee and Mr. Rory De Vries, from Holland, that often worked in European and World Championships.
    The competition was fluid and dynamic, there was an innovation with the introduction of a new and experimental pattern competition in a "solo mode" adopted only for black belts, where, instead of the simultaneous comparison between the two challengers, each athlete must perform solo. More time is needed to complete the competition but the referees definitely have a better chance to evaluate by focusing on a single athlete, an interesting competition method to be developed.
    All competitions were conducted playing matches up to determine third place thus avoiding two third places tied.
    Our national athletes, such as all the other national champions from other countries, scored excellent results, thus demonstrating that the preparation for the World Cup is going the right way.
    Special mention for the well known champion Sabum Lylian Doulay that won the pattern competition from IV to VI degree, followed by Sabum Persia and Sabum Bennati.
    In the afternoon, there has been a Taekwon-Do demonstration with a traditional sparring performance, by Sabum Massimo Persia and his student Edoardo Di Profio, accompanied by music, arousing great enthusiasm in the audience. Following a performance of team pattern by the Italian National Female Team led by Sabum Adriana Riccio with Sabum Silvia Farigu, Sabum Barbara Santucci, Sara Dominici and Federica Calderini, in perfect sync and technical precision. Then Sabum Massimo Persia performed MOON MOO.
    Afterwards the prestigious guests attending the event were presented to the audience:
    Master Giamalas Panagiotis 8th Dan TKD ITF and President of the Federation ITF Greece,
    Maestro Massimo Liberati, Master of Kick Boxing 7th Dan, National Advisor FIKBMS, European Champion 1985 WAKO Welter weights, World Champion 1986 I.K.L. and WAKO, World Champion from 1986 to 2001 WAKO, World Champion 1987-1990 PKO, ISKA World Champion in 1992, World Champion 1993 KICK,
    Mr. Sandro Bassi 4th dan FIKBMS and President FIKBMS Lazio
    Mr. Tiziano Pugliese 3rd dan FIKBMS, coach of high level light contact athletes participating in the competition, organizer of the event X3 (Team light contact competition) broadcasted on Sky this year and last year on Rai Sport,
    Master Carmine Caiazzo 8th Dan TKD ITF, ITF President FITAE from 2011, member of AETF (All Europe Taekwon-Do Fed) Board of Directors, Responsible of ASI National Martial Arts (Italian Social Sports Associations), World Champion sparring -80kg Athens 1987, 4 times vice-European Champion sparring -80kg,
    Mr. Maurizio Massatani Founding Member of FITAE ITF, 2nd Dan TKD ITF, President FITAE from1983 to1993, important promoter of Taekwon-Do ITF in Italy. In 1986 he invited GM Wim Bos to become coach of Italy, an invitation accepted and respected until now, a milestone for the technical and organizational development of FITAE-ITF.
    Mr. Luca Santarelli physiotherapist of the Italian National Team FITAE ITF.
    Last but not least the famous actor and comedian Mr. Enzo Salvi, participating in 29 films and numerous tv shows, a martial arts fan.
    An affectionate greeting was addressed to all our fathers and mothers who are not with us anymore, knowing that they would definitely appreciate such an event. In particular, the memory went to Mr. Alfredo Caiazzo, to Mr. Renzo Denei, and to Mr. Armando Mimmocchi, all great admirers and supporters of our Taekwon-Do.
    The Extreme Fighters Bos Iagher group won the big trophy for the best team "Optima Manus" therefore Sabum Iagher had the honor to be on the podium, wearing the Roman helmet and unsheathing the gladio sword as winner.
    Very important the sponsor support by "NIKKO SPORT", who kindly provided the green STAFF t-shirts and the polo shirts for referees, created specifically for the event, by "72 HOURS PIZZERIA Roma" and by "AUTO IN by FERI' spa".
    Relevant and satisfactory the articles published in national newspapers: La Repubblica sports page on Tuesday 17/2, Trova Roma insert La Repubblica on Thursday 19/2 (important because it contains all the major events of the weekend in Rome), sports page of La Repubblica Web on Saturday 21/02, Il Tempo sports page of Friday 20/2, Il Messaggero on Monday 23/2.
    Thanks to all the staff members that contributed to the realization of this great event in Rome, in particular to the Instructors Marco Gigante and Helena Hanhikangas, that also worked as Umpires in the event, and to Mrs. Arianna Bado and Mr. Daniel Campagnolo taking a great amount of photos.
    This event definitely marks the beginning of a long path, as the organizers wish to make it into an annual and important appointment. We hope that, from edition to edition, the enthusiasm of the organizers will be both inspiration and engine for the continued growth and spread of Taekwon-Do ITF in Italy.
    Veni, vidi, vici ... see you in the 2nd ROMA OPEN 2016.

  • Evento di Solidarietà: "Arte Sport e Solidarietà"
    • Rosignano Solvay (LI)
    • 29 novembre 2014

    Il 29 Novembre 2014 a Rosignano,presso il Teatro E. Solvay, si è svolta una serata spettacolo di beneficenza presentata dal comico Toscano Niky Giustini.
    L'intrattenimento della serata il comico è stato affidato a Niko Pelosini direttamente dal laboratorio di Zelig. Ospite d'onore il cantante Alan Sorrenti.
    Presenti alcune scuole di danza che si sono alternate sul palco oltre a due gruppi sportivi che si sono esibiti in diverse dimostrazioni tecniche e di abilità:

    • A.S.D. TAEKWON-DO ROSIGNANO, diretto dalle Maestre Rachele e Rebecca Fogli
    • KARATÈ AICS ROSIGNANO diretto dal Maestro Robi Morreale

    Il ricavato della serata è stato devoluto alle Associazioni Onlus:

    • Fondazione per la ricerca sulla Fibrosi Cistica delegazione Cecina e Rosignano
    • Associazione Italiana Studio Malformazioni Esterne e Labiopalatoschisi
    • Gruppo Volontario Pang'ono Pang'ono per il Sostegno a Distanza essenzialmente a due paesi del mondo: Bangladesh (Asia) e Malawi (Africa)

    Sentiti ringraziamenti a tutti gli atleti che si sono prestati alla manifestazione ed in particolare alle Maestre Rachele e Rebecca Fogli, organizzatrici dell'evento, e ai Maestri Barbara Santucci e Niko Corbinelli, protagonisti di una spettacolare esibizione di combattimento tradizionale.

  • Timothy Bos è Campione del Mondo L.C. WAKO-FIKBMS 2014!
    • Rimini
    • 09 settembre 2014 - 13 settembre 2014

    Dal 9 al 13 Settembre 2014 si sono svolti a Rimini, presso lo Stadio 105, i Campionati del Mondo WAKO per Cadetti e Juniores con 60 paesi partecipanti e più di 2.000 atleti presenti. In questa grande manifestazione Timothy Bos, atleta della KOREAN KICKBOXING (settore della FITAE-ITF e della FIKBMS), vince uno strepitoso titolo mondiale nella categoria Junior -63 kg Light Contact ricevendo inoltre il premio speciale come Migliore Atleta Maschile L.C. del Campionato.
    L'atleta romano, allievo di GM Wim Bos e del M° Leandro Iagher e seguito nella preparazione atletica dal Dott. Vincenzo Abrosino, ha effettuato un percorso di gara sensazionale vincendo 5 incontri con punteggio pieno 3-0 prima di arrivare alla finale con l'ungherese Adam Csorba, anch'egli taekwondoka ITF. I tre rounds sono stati sempre puliti e condotti con grande tecnica e concentrazione e T. Bos ha così vinto il titolo mondiale 3-0 suscitando l'entusiasmo e l'ammirazione del pubblico.
    Molti i medagliati praticanti del Taekwon-Do ITF da diverse nazioni. In primis gli allievi del M° Tomaz Barada che portano a casa tre titoli mondiali, due argento e 3 bronzo, poi atleti della ITA Irlanda, Ungheria, Tajikistan, Ucraina, ulteriore conferma che "noi ci siamo".
    L'Italia FIKBMS del settore Light Contact esce dalla manifestazione con 4 medaglie d'oro, 4 d'argento e 4 di bronzo, ottimo risultato per un settore in decisa crescita grazie ai coaches della Nazionale Junior L.C., Maestri Manuel Nordio e Riccardo Wagner, coadiuvati dal M° Federico Milani, che hanno seguito impeccabilmente tutte le fasi di gara e hanno condotto ben quattro atleti sul gradino più alto del podio con passione, professionalità e determinazione.
    Un ringraziamento particolare al M° Tomaz Barada che ha seguito con partecipazione tutta la gara di Timothy, consigliandolo e facendogli sentire il suo affetto.
    Molti tecnici FIKBMS, quali i Maestri Rizzi, Traina, Lico, Milano, si sono complimentati con Timothy che ha portato così lustro al Taekwon-Do FITAE-ITF, fucina di tanti atleti impegnati anche nelle gare di kickboxing.
    Un altro nostro atleta, il napoletano Giuseppe Girtelli allievo di Master Ciro Cammarota, ha partecipato a questo mondiale in prima squadra ma è stato particolarmente sfortunato. E' uscito infatti a metà del 2° round del primo incontro per verdetto medico avendo ricevuto una ginocchiata allo sterno nell'anticipare una tecnica dell'avversario. In quel momento conduceva brillantemente il match 2-1. Un vero peccato dover lasciare così la competizione, considerando tutta la preparazione ed i sacrifici per arrivare su quei tatami ma, come detto dai coaches, avrà tempo per rifarsi nel prossimo futuro.
    Perfetta l'organizzazione della manifestazione da parte del M° Gianfranco Rizzi e della Dott.ssa Barbara Falsoni, calorosa e divertente l'atmosfera fra i membri delle varie nazionali e soprattutto all'interno del gruppo dei nostri Azzurrini sempre seguiti ed accompagnati dal tifo e dai cori sugli spalti.
    Pubblichiamo le parole del M° Gianluca Amato, responsabile del settore Korean Kickboxing, presente durante la finale che ci ha portato l'oro:
    "Buona Domenica, rientrato dal Campionato del Mondo Wako Cadetti e Junior svoltosi a Rimini, voglio ringraziare in qualità di Responsabile del Settore Korean Kickboxing e membro del Direttivo FITAE-ITF, e quindi a nome di tutto il Consiglio Direttivo, Timothy Bos che ieri ha vinto il Titolo Mondiale nel Light Contact -63 kg ed è stato insignito del Titolo di Miglior Atleta del Mondiale nella specialità Light Contact. Questo successo riempie di orgoglio tutta la nostra organizzazione per avere tra le sue fila un Campione che si distingue non solo per le sue eccezionali doti tecniche ma soprattutto per la sua determinazione, spirito di sacrificio e umiltà, perchè grazie a queste doti sarà sicuramente da esempio per tutti i nostri atleti in particolare i più giovani, parte numerosa del nostro organico. Quando si ringrazia un atleta di tale caratura non si può dimenticare chi lo segue e lo motiva a tal modo che sono il suo maestro, Leandro Iagher, il suo preparatore atletico, Vincenzo Ambrosino, il nostro D.T. GM Bos, tutta la sua famiglia. Grazie. Inoltre volevo ringraziare tutto lo staff organizzativo della Wako ed in particolare i Tecnici Federico Milani, Riccardo Wagner e Manuel Nordio per il lavoro svolto e per i successi ottenuti ed aggiungere che personalmente trovo bellissimo e soddisfacente competere in una competizione con più di 2000 atleti partecipanti dove come nella categoria di Timothy erano presenti ben 28 atleti, voi che dite? Concludo dopo questo successo ricordandovi l'appuntamento di domenica prossima 21 settembre a Roma per un briefing tra maestri ed un allenamento agonistico."
    Grazie dunque a Timothy, a tutti i Tecnici e ai Dirigenti FITAE-ITF e FIKBMS per aver reso possibile questo risultato eccezionale e per averci dato l'opportunità di vivere grandi emozioni e soddisfazioni. Ci auguriamo che l'attività della Korean Kickboxing prosegua con impegno rinnovato e che la collaborazione con la FIKBMS possa essere sempre più costruttiva e stimolante per il raggiungimento di nuovi traguardi.

  • World TKD Championship
    • Benidorm (Spagna)
    • 22 ottobre 2013 - 28 ottobre 2013

    Nella stupenda cornice di Benidorm, in Spagna, si sono disputati i Campionati del Mondo di Taekwon-Do ITF nella XVIII Edizione Seniores e XII Juniores. Dire che è stato un successo significherebbe senza modestia sminuire uno degli eventi più significativi della International Taekwon-Do Federation, infatti si è registrata la presenza di ben 52 Nazioni con oltre 1100 partecipanti, che hanno dato vita ad una competizione dal valore tecnico altissimo e soprattutto di spirito sportivo elevatissimo, esempio per tanti sports anche più seguiti del nostro.
    Ora potremmo soffermarci sul merito di tutto ciò, che va sicuramente al pregevole lavoro della Commissione Tecnica Internazionale che è riuscita a livellare il livello tecnico in tutto il mondo e al lavoro e alla voglia di tutte le nazioni di poter primeggiare in una splendida competizione come questa, ma la consapevolezza del lavoro svolto e gli obbiettivi importanti raggiunti dalla nostra Federazione Internazionale ci pongono in quello status di forza che ci permette di dare spazio ai veri protagonisti della gara che sono gli Atleti e i Coachees.
    In questo senso posso solo essere felice e fortunato di poter affermare “Io c'ero” perché penso che sia scritta una delle pagine più belle della storia della FITAE-ITF, ricca di emozioni. Il nostro livello tecnico è migliorato notevolmente tanto da permetterci di essere la Decima Nazione sulle 52 partecipanti, ma quello che mi ha impressionato era l'unione di questo gruppo, la coesione degli atleti, la guida degli allenatori, il sostegno dei maestri, che ha reso questo Squadrone un ariete pronto a farsi spazio ovunque abbattendo qualsiasi ostacolo.
    Prima di entrare nel vivo del racconto dei nostri successi è doveroso ringraziare chi ha reso tutto ciò possibile e che ormai da una vita si sta battendo per il raggiungimento di questi obbiettivi che sono il nostro D.T. GM Willem Jacob Bos, il Presidente Master Carmine Caiazzo, il Responsabile della Squadra Nazionale Italiana Maestro Leandro Iagher, gli Allenatori Master Ciro Cammarota e i Maestri Orlando Omar Saccomanno e Fabio Iovane, gli arbitri i Maestri Stefano Minotti, Luca Maragoni, Alessandro Boscari, Andrea Cendron e Raffaele Mandosio senza dimenticare un talento tutto Italiano che fa parte della Commissione Internazionale Organizzazione Gare che è Master Giovanni Cecconato.
    Eccoci al nostro medagliere composto da ben Due Medaglie d'Oro, Tre Medaglie d'Argento e Otto di Bronzo, ora mi vogliate perdonare se sarò un pochino prolisso ma non vorrei citare in ordine tutti i vincitori ma fare una piccola cronaca su quanto è avvenuto per poter provare a trasmettere a chi non era li ciò che abbiamo provato. Giovedì inizia la gara e si comincia con la disciplina delle Forme Seniores e dei Combattimenti Junioires, la tensione è tanta soprattutto nei novizi che avvertono il peso dell'emozione, ma la guida dei coachees e la coesione del gruppo fa subito dissolvere tutto e cominciano ad arrivare i primi successi con la medaglia d'argento di Rosario Ciccarelli e quella di bronzo di Michele Russo nei I dan maschili seguiti dal bronzo di Elio Cicci nei III dan e dall'argento di Matteo Coppola nei II dan, la soddisfazione è grande per la presenza di un italiano sul podio di tutti i gradi addirittura sul I dan ce ne sono due questo fa crescere una consapevolezza enorme nella squadra al punto che assistiamo ad un altro bellissimo successo ottenuto dal maestro Mikhail Worontsov che si deve arrendere in semifinale per un punto al blasonato campione polacco vincitore poi del mondiale il maestro Jaroslaw Suska conquistando la medaglia di bronzo come d'altronde ottiene più tardi la maestra Adriana Riccio sempre nella categoria IV/VI dan, purtroppo nel frattempo alcuni risultati non danno giustizia al sacrificio e impegno al resto degli atleti della squadra, ma questo non li scoraggia anzi li motiva a dare manforte e forza all'ultimo atleta della giornata rimasto in gara.
    Si, sta per arrivare il momento clou col primo oro italiano, quello di Timothy Bos, che disputa l'ultima finale della giornata nella categoria di combattimento juniores -62 kg contro il fortissimo atleta russo che non può nulla davanti alla determinazione e alla tecnica del giovane italiano che con l'ultima azione dimostra un esperienza e consapevolezza pari agli atleti più esperti e maturi in gara. Secondo giorno di gara tocca ora ai senior nel combattimento e junior nelle forme, spinti dall'euforia del successo di Timmy le aspettative sono tante ma le cose sembrano non volgere al meglio, troppi bocconi amari da ingoiare ma nonostante ciò la coesione è sempre la forza del gruppo ed ecco che arriva la semifinale dei combattimenti senior -85 kg che vede impegnato Davide Messineo contro il pluricampione neozelandese Carl van Roon, il pronostico non è dalla sua parte ma con uno strepitoso match si aggiudica l'ingresso in finale che stravince contro l'atleta russo conquistando la seconda medaglia d'oro per l'Italia.
    Inizia il terzo giorno che vede disputarsi le semifinali e finali individuali non terminate il giorno prima e anche qui lo squadrone azzurro è presente con Simone Oliva, che in una categoria composta da ben 68 atleti è riuscito a battere prestigiosi contender per arrivare a disputare la semifinale con l'argentino vincitore dell'ultima Coppa del Mondo nella categoria -70 kg, ma purtroppo nulla da fare e con un po' di rammarico arriva un'altra medaglia di bronzo seguita dall'altrettanto bronzo di Tiziano Trimboli, che disputa una gara da manuale e che si deve arrendere di misura al blasonato atleta ucraino che fino a quel momento non era mai stato impensierito se non dal nostro atleta per concludere prima con il fantastico argento della coppia del Combattimento Tradizionale Massimo Persia e Mikhail Worontsov battuti in finale dai neozelandesi ma di misura per poi finire col bronzo della squadra di forme maschile seniores vincitrice dell'Europeo in Slovenia del 2012, composta da Elio Cicci Matteo Coppola Rosario Ciccarelli Michele Russo Salvatore Giacobbe.
    Quarto e ultimo giorno di gara che ci regala l'ultima medaglia di bronzo dei due giovani ma grandi atleti nel Combattimento Tradizionale Andrea Bonfante e Clara Galli, che si devono arrendere in semifinale alla squadra di casa. Questo è il racconto di quando i sacrifici la passione il cuore e la forza di volontà fanno si che i sogni diventano realtà e lo Squadrone Azzurro ha ancora tanti sogni da realizzare, ci vediamo all'Europeo a Riccione per continuare a sognare.

Vedi tutti i risultati senza filtri