Martedì 25 Novembre si è celebrata la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne e la SDS 360 Protection - settore difesa personale ASI - ed il Maestro Alessandro Cavidossi, in concerto con il Movimento Forense di Avezzano, il Lions Club di Avezzano, lo studio di psicologia Altea, l' Associazione La Casa degli Angeli, il settore Difesa Personale FITAE-ITF hanno presentato, presso il Pala Winner Team di Avezzano, un incontro sulla Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne.

Dopo una breve presentazione dell'Avv. Nunzia Morganti si sono susseguiti gli interventi degli Avvocati Marco Appetiti e Simona De Luca, e dello Psicologo Riccardo Cicchetti mentre la parte finale e pratica, conclusiva della serata, è stata affidata al Maestro Alessandro Cavidossi.

Con le associazioni indicate stiamo portando avanti un progetto ormai da tre/quattro anni sul tema. Abbiamo tenuto corsi (gratuiti) di difesa personale per donne a L' Aquila, Avezzano, Pescina, Celano, Sante Marie. Nei nostri corsi cerchiamo di offrire le basi per una corretta gestione dello stress relativo all' evento violento, offrendo un supporto psicologico e legale a tutte le persone che provano la necessità di sentirsi più "protette" e, soprattutto, cerchiamo, in modo leggero ma professionale di sensibilizzare verso una problematica che oramai è endemica della nostra società.

Negli incontri che teniamo gratuitamente la componente fisica rappresenta l' apice di un percorso decisamente più ampio. Solitamente nelle palestre non si incontrano né psicologi né avvocati. In questo nostro progetto, invece, l'aspetto legale, quello di sensibilizzazione e quello psicologico (dalla c.d. spirale della violenza in poi) ha un ruolo centrale. Così come ha un ruolo centrale il mostrare come la violenza di genere, solitamente, si consuma in casa e non mentre si passeggia al parco e che tali episodi in un modo o nell' altro sono sempre premeditati e programmati. Cerchiamo di mostrare come la vittima non sia un soggetto scelto a caso ma sia stata "puntata" ed "individuata" dall' aggressore sia per le circostanze personali che di luogo e tempo.

La parte fisica è finalizzata non solo a dare degli strumenti utili alla propria difesa ma anche e specialmente a mostrare che una difesa è possibile. Inoltre serve a "creare un gruppo" e dare fiducia, visto che i migliori alleati delle vittime di episodi di violenza sono persone con cui si è condiviso qualcosa.

M° Alessandro Cavidossi

Martedì 25 Novembre si è celebrata la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne e la SDS 360 Protection - settore difesa personale ASI - ed il Maestro Alessandro Cavidossi, in concerto con il Movimento Forense di Avezzano, il Lions Club di Avezzano, lo studio di psicologia Altea, l' Associazione La Casa degli Angeli, il settore Difesa Personale FITAE-ITF hanno presentato, presso il Pala Winner Team di Avezzano, un incontro sulla Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne.

Dopo una breve presentazione dell'Avv. Nunzia Morganti si sono susseguiti gli interventi degli Avvocati Marco Appetiti e Simona De Luca, e dello Psicologo Riccardo Cicchetti mentre la parte finale e pratica, conclusiva della serata, è stata affidata al Maestro Alessandro Cavidossi.

Con le associazioni indicate stiamo portando avanti un progetto ormai da tre/quattro anni sul tema. Abbiamo tenuto corsi (gratuiti) di difesa personale per donne a L' Aquila, Avezzano, Pescina, Celano, Sante Marie. Nei nostri corsi cerchiamo di offrire le basi per una corretta gestione dello stress relativo all' evento violento, offrendo un supporto psicologico e legale a tutte le persone che provano la necessità di sentirsi più "protette" e, soprattutto, cerchiamo, in modo leggero ma professionale di sensibilizzare verso una problematica che oramai è endemica della nostra società.

Negli incontri che teniamo gratuitamente la componente fisica rappresenta l' apice di un percorso decisamente più ampio. Solitamente nelle palestre non si incontrano né psicologi né avvocati. In questo nostro progetto, invece, l'aspetto legale, quello di sensibilizzazione e quello psicologico (dalla c.d. spirale della violenza in poi) ha un ruolo centrale. Così come ha un ruolo centrale il mostrare come la violenza di genere, solitamente, si consuma in casa e non mentre si passeggia al parco e che tali episodi in un modo o nell' altro sono sempre premeditati e programmati. Cerchiamo di mostrare come la vittima non sia un soggetto scelto a caso ma sia stata "puntata" ed "individuata" dall' aggressore sia per le circostanze personali che di luogo e tempo.

La parte fisica è finalizzata non solo a dare degli strumenti utili alla propria difesa ma anche e specialmente a mostrare che una difesa è possibile. Inoltre serve a "creare un gruppo" e dare fiducia, visto che i migliori alleati delle vittime di episodi di violenza sono persone con cui si è condiviso qualcosa.

Siamo spiacenti, ma al momento non ci sono documenti per questo evento.

Siamo spiacenti, ma al momento non ci sono video in questo album.